Nuovo caso di contaminazione alimentare. Stavolta ad essere interessata è l'Acqua minerale che beviamo in bottiglia. Alcuni lotti sono stati ritirati perché considerati a rischio, per via della potenziale presenza del batterio pseudomonas aeruginosa. Si tratta dell'acqua della Fonte Cutolo Rionero in Vulture. Nella prima settimana di settembre si erano registrati due casi. Il primo aveva riguardato la salmonella nella pancetta a cubetti, mentre il secondo aveva avuto per protagonista in negativo gli spinaci contaminati dalla mandragola. A seguire le informazioni più importanti da conoscere per chi dovesse avere a casa l'acqua segnalata.

Pubblicità
Pubblicità

I lotti ritirati della Fonte Cutolo Rionero in Vulture

Il Ministero della Salute ha predisposto attraverso una circolare il ritiro preventivo di otto lotti di acqua minerale in bottiglia della Fonte Cutolo Rionero in Vulture. Tutti i seguenti lotti sono riferiti ad acqua effervescente naturale: LR7248C, LR7249C, LR7250C, LR7251C, LR7252C, LR7253C, LR7254C e LR7255C. Rispettivamente, le date di scadenza sono: 5 settembre 2018, 6 settembre 2018, 7 settembre 2018, 8 settembre 2018, 9 settembre 2018, 10 settembre 2018, 11 settembre 2018, 12 settembre 2018.

Oltre alla dicitura effervescente naturale, si deve fare riferimento anche ai litri di acqua contenuti nelle bottiglie: 1 litro e mezzo, 1 litro. I marchi con cui l'acqua minerale a rischio contaminazione è stata venduta sono Eurospin Blues e Cutolo Rionero. Il richiamo da parte del Ministero della salute italiano risale allo scorso 13 settembre ma si è avuta conferma diretta sul portale ufficiale del Ministero soltanto nella giornata di ieri, martedì 19 settembre. Chi dovesse aver acquistato l'acqua in questione, è pregato di non consumarla e recarsi al supermercato dove l'aveva comprata in precedenza.

Pubblicità

Cos'è lo Pseudomonas aeruginosa

Il batterio "killer" Pseudomonas aeruginosa è pericoloso per la salute dell'uomo, affermano dal Ministero della Salute. Pertanto, è bene osservare il richiamo ufficializzato con una circolare in data 19 settembre e prendere tutte le precauzioni possibili. Le infezioni da Pseudomonas aeruginosa possono causare difficoltà respiratorie, presenza di batteri nel sangue, endocardite, problemi dermatologici, alle vie urinarie, gastrointestinali, alle ossa e alle articolazioni, agli occhi e all'orecchio.

A spaventare maggiormente sono però le possibili conseguenze a livello del sistema nervoso, con eventuali meningiti o ascessi cerebrali.

Leggi tutto