Perché la tua dieta abbia successo, la regola d’oro è non parlarne con nessuno. È l’imperativo categorico dettato dagli studiosi dell’Università di Stanford per quanti hanno programmato un nuovo anno all’insegna della lotta ai grassi e al sovrappeso. I tuoi buoni propositi – dicono i ricercatori americani – s’infrangono facilmente e sono destinati al fallimento perché la cerchia di parenti e di amici quando vengono a conoscenza che hai deciso di metterti a dieta, non ti sostengono, ma piuttosto ti scoraggiano o addirittura ti deridono.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Corretta alimentazione

Secondo gli studi sperimentali di questi ricercatori, la maggior parte di coloro che iniziano l’anno con il proposito di iniziare una qualunque dieta [VIDEO], per esempio dopo i bagordi festivi, dopo un po’ molla tali lodevoli propositi perché la madre o gli amici che vengono ritenuti più cari e più saggi, da noi interpellati, stroncano con giudizi tranciati tali propositi.

L’effetto psicologico di tale avversità sociale è causa nel 92% dei casi studiati dai ricercatori ed è la prima causa del fallimento della dieta. Per cui il consiglio che arriva dall’Università di Stanford è: non far sapere a nessuno che vuoi Perdere peso, diversamente le già elevate possibilità di non farcela diverranno soverchianti.

Parenti ed amici ritengono noiose le persone a dieta

Secondo questa ricerca, il 75% delle donne che provano la dieta si sentono sostenute assai "raramente" o persino "mai" dalle cerchia sociale in cui anche da tempo sono ben inserite. Gli esempio di un “complotto” anche in buona fede contro la vostra dieta [VIDEO] sono tanti: c’è mamma che ti assicura che sei bellissima e magra e non hai alcuna necessita di stressarti con una dieta; c’è il marito a cui dispiace di dover ordinare al ristorante il solito dessert da solo e ti chiede di fare uno strappo alla regola o diversamente anche lui rinuncerà a quella delizia per non metterti in difficoltà; potrebbe esserci però anche l’ipocrisia della cara amica che cerca di sabotare la tua dieta, temendo che grazie ai risultati di questo tuo proposito diventerai la più attraente della compagnia e teme quindi la tua concorrenza.

La dieta scatena la competizione tra donne?

Anche la dieta infatti è un elemento che rientra nella competizione tra donne, secondo gli studiosi di Stanford. È chiaro dagli studi più recenti in materia che la salute mentale è centrale in ogni parte della nostra vita: il consenso sociale intorno alle nostre scelte è spesso importante per molti di noi e non trovare attorno a noi compiacimento rispetto alla nostra decisione di iniziare una dieta ci condiziona. Secondo altri studi, vi sono attorno a noi amici che hanno un giudizio pessimo sulle persone che si mettono a dieta, per esempio le considerano “noiose” o “esibizioniste”. Accade così che, sapendo che abbiamo deciso di perdere peso, non ci inviteranno ad una bevuta in compagnia, perché non saremmo “di compagnia”. Un'altra ricerca – che arriva dalle Università di New York, Costanza e Sheffield - avrebbe appurato che non solo nel caso della dieta ma anche in altri casi come quelli riguardanti chi intende iniziare una costruire una diversa immagine di sé e magari va da un terapeuta, rischia di fallire se socializza troppo i propri obiettivi.

Si tratta certo di analisi e conclusioni abbastanza discutibili, queste che vengono da oltre oceano, ma se i vostri buoni propositi per l’anno nuovo falliranno, potrete comunque, usare queste ricerche scientifiche per attenuare i vostri sensi di colpa e scaricare la colpa del vostro fallimento sugli altri