Un nuovo tipo di ritiro alimentare è arrivato da parte del #ministero della salute per un lotto di #Pasta contaminato da #parassiti. Diversi sono i casi che si sono susseguiti nel corso degli ultimi mesi riguardo ad alimenti espulsi dal commercio per motivi di contaminazione del prodotto. Durante la fase della produzione o del trasporto, può capitare che l'alimento venga a contatto con delle sostanze che ne alterano la sua composizione, rendendolo soggetto a contagi di ogni tipo.

La marca interessata

Il Ministero della Salute ha rivelato [VIDEO]di aver ordinato il ritiro dal commercio di un lotto di pasta del tipo biologica che era stata contaminata da parassiti molto pericolosi per l'essere umano.

La marca interessata è la Valbio ed in particolare la linea Bio che produce pasta a penne rigate 135. La pasta porta il lotto numero L171295089 e la scadenza del prodotto interessato è il 14 marzo 2020. Chiunque ha dunque acquistato pasta a marchio Valbio deve controllare se il prodotto corrisponde a quello contaminato. Chi si trova in possesso della pasta in causa, deve riportare il prodotto nel luogo in cui lo ha acquistato e non consumarlo assolutamente per evitare di incorrere in gravi rischi per la propria salute.

La Valbio produce pasta biologica per il 10% dei loro prodotti. La ditta ha sede nella provincia di Brescia ed a capo dell'azienda c'è la Valdigrano di Flavio Pagani Srl. Se volete avere maggiori approfondimenti su tale prodotto contaminato o qualsiasi altro, potete recarvi presso il sito del Ministero della Salute nell'apposita sezione denominata 'Richiami dei prodotti alimentari da parte degli operatori'.

I pericoli delle contaminazioni

Ogni prodotto alimentare [VIDEO]è a rischio contaminazione. Durante le fasi produttive di una materia o durante il trasporto, può capitare che un'alimento entri in contatto con delle sostanze che lo contaminano. Nel caso dei parassiti, la contaminazione può causare dei seri danni a coloro che ingeriscono il prodotto. I parassiti sono dei piccoli esseri che si nutrono del corpo in cui vengono ospitati e possono causare dei seri pericoli alla salute fino ad arrivare alla morte. I sintomi di una contaminazione da parassita possono essere vomito, diarrea, depressione e stanchezza. Il cittadino insospettito da una di queste problematiche può comunque fare degli accertamenti attraverso l'esame delle proprie feci, che rivelerà un eventuale presenza di parassiti nel corpo.