Ci troviamo in America, dove Lauren Gauthier, una donna avvocato di appena 42 anni, si è ritrovata costretta a sottoporsi ad un delicatissimo intervento per riuscire ad asportare un tumore dalla propria pelle. La sua fortuna, secondo quanto raccontato dalla stessa Lauren, è stato il potente olfatto della sua cagnolina, Victoria, che mentre annusava il Naso della sua padroncina si è comportata in un modo anomalo rispetto al suo solito. La donna decise, qualche giorno dopo, di recarsi in ospedale per sottoporsi al controllo di uno specialista perché aveva notato un piccolo brufolo rosso che non accennava a sparire dal suo naso.

Dopo una accurata analisi, si scoprì che quel brufolo nascondeva qualcosa di gran lunga peggiore di un banalissimo ammasso di pus e materiale di scarto. La piccola bestiolina era riuscita ad annusare un qualcosa di maligno sulla pelle della propria padrona: Victoria aveva scoperto che sotto a quel brufolo apparentemente innocuo si nascondeva un tumore della pelle.

Cane eroe: annusa il naso della padroncina e scopre un tumore

Secondo quanto raccontato dalla stessa Lauren Gauthier, la piccola Victoria si era messa ad annusarle insistentemente il volto, soffermandosi di continuo ed a lungo sulla narice destra tanto da farla preoccupare.

La donna aveva un brufolo arrossato proprio su quella narice e da giorni tentava invano di mandarlo via, senza alcun risultato. La successiva visita da uno specialista la convinse a sottoporsi alla "tecnica di Mohs": ovvero una serie di piccoli interventi di asportazione della pelle circoscritta dal tumore, fino alla eliminazione completa della minaccia. Un carcinoma basocellulare che le stava costando caro, soprattutto se si pensa che a causarlo non è stata altro che una seduta in un centro estetico, una lampada per tenere la pelle sempre abbronzata anche nei periodi invernali.

Un avvenimento che non è passato certamente inosservato agli occhi della stessa avvocatessa che, oltre a ritenersi eternamente riconoscente verso il proprio cagnolino, ha deciso di lanciare un appello nel tentativo di convincere tutte quelle persone che tengono, almeno in apparenza, alla propria immagine, ad evitare l'esposizione continua ai raggi artificiali prodotti dai lettini solari all'interno dei centri estetici.

Secondo la SkinCancer Foundation, il tumore che ha colpito Lauren è lo stesso che colpisce circa 4 milioni di persone l'anno negli Stati Uniti.

Segui la nostra pagina Facebook!