Un fungo "lievitiforme", la cui prima segnalazione si è avuta circa 10 anni fa, nel 2009 quando venne isolato per la prima volta nel canale auricolare di un paziente giapponese, starebbe creando un vero e proprio allarme mondiale. Il fungo, denominato Candida auris sarebbe infatti in grado di trasmettere un infezione in grado di uccidere un essere umano nel giro di tre mesi. Questo perché il fungo avrebbe sviluppato una forte farmaco - resistenza.

Pubblicità
Pubblicità

L'allarme mondiale si sarebbe diffuso, come spiega il quotidiano romano "La Repubblica", a seguito di un lungo articolo del "New York Times" ma, soprattutto, perché l'allerta sarebbe stata avallata e diffusa anche dai CDC di Atlanta, i centri americani per il controllo delle malattie famosi in tutto il mondo.

Una minaccia impellente

Secondo quanto riferisce il quotidiano americano New York Times la Candida auris colpisce preferibilmente le persone con un sistema immunitario debole o immuno-depresse.

Pubblicità

Per far comprendere chiaramente il grado di pericolosità di questo fungo, il New York Times cita il caso di un paziente americano che alcuni mesi fa venne ricoverato presso il Mount Sinai Hospital di New York per sottoporsi ad un intervento chirurgico all'addome. Le analisi preparatorie all'intervento rivelarono, comunque, che il paziente era stato precedentemente infettato dalla Candida auris. L'uomo morì 90 giorni dopo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute Scienza

Ma quello che evidenzia il quotidiano statunitense fu che i responsabili del Mount Sinai Hospital dovettero provvedere a cambiare alcune mattonelle del pavimento e pannelli del soffitto della stanza in cui era stato l'uomo. Questo perché sarebbero risultate positive ai test anti-contagio.

Per tali motivi, secondo quanto comunicato dagli stessi CDC, la Candida auris è stata inserita da centri americani nell'elenco delle minacce impellenti. I CDC hanno anche riferito che secondo gli ultimi dati a loro disposizione questo tipo di fungo si starebbe "diffondendo in tutto il mondo".

I sintomi dell'infezione

Il problema della farmaco resistenza agli antibiotici di alcuni batteri è alla base di questo problema. Infatti, la Candida auris, come spiega sempre "Repubblica", è diventata impermeabile ai principali farmaci antimicotici. E se dovesse riuscire a penetrare nel circolo sanguigno di un individuo potrebbe causare delle infezioni molto pericolose. Anche se, almeno inizialmente, potrebbe essere difficile diagnosticarla.

Pubblicità

Infatti, genera sintomi facilmente confondibili con altre malattie, come febbre alta, dolori muscolari e affaticamento. Questo rende chiaro come questo tipo di fungo possa essere pericoloso non solo per i soggetti immunodepressi ma anche per i bambini, gli anziani o i malati di diabete.

Oltre a ciò occorre aggiungere che non è stata ancora identificata l'origine di questo fungo. Secondo la maggior parte degli esperti potrebbe trattarsi di una specie che si è rafforzata nel corso del tempo a causa dell'eccessivo utilizzo da parte dell'uomo di fungicidi sulle colture alimentari.

Pubblicità

A lungo andare questo avrebbe creato un'ambiente idoneo allo sviluppo del fungo killer.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto