No news is good news,sostengono gli inglesi. Ma mai come in questo caso il celebre modo di dire èapparso fuori luogo. Il silenzio sulle condizioni diMichael Schumacher, infatti, aveva suscitato parecchie preoccupazioni sullepossibilità di un risveglio imminente da parte del tedesco.

Come è noto, il sette volte campione del mondo di Formula 1è rimasto vittima di un terribile incidente mentre stava sciando su un trattofuori pista nei pressi di Meribel, sulle Alpi francesi. Era il 29 dicembre. Trasportato in elicottero all'ospedaledi Grenoble, dove è giunto in condizioni molto gravi, il campione tedesco èstato sottoposto a due operazioni allo scopo di ridurre la pressioneendocranica.

Dopo i primi bollettini medici improntati a un cautoottimismo, sullo stato di salute di Schumacher è calato un preoccupante silenzio, interrottoda sporadici aggiornamenti da parte dello staff medico che definivano stabilima gravi le condizioni del tedesco.

Preceduta da alcune indiscrezioni proveniente nei giorniscorsi dal quotidiano L'equipe, arrivaoggi la tanto attesa notizia, con tutti i crismi dell'ufficialità. Le parole incoraggianti arrivano infatti dalla manager dell'exferrarista, Sabine Kehm, che in una nota ufficiale ha affermato: "Lo stato di coma di Michael Schumacher èin fase di riduzione per consentire l'inizio del processo di risveglio chepotrebbe durare a lungo. I sedativi somministrati a Michael sono dapochi giorni in diminuzione".

La portavoce ha poi precisato che si tratterà di un percorsolungo e graduale, e che non verranno forniti aggiornamenti sino al risvegliodel pilota, invitando i cronisti e i tifosi a rispettare l'intimità dellafamiglia, e a non disturbare i lavori dello staff medico.

Non resta quindi che sperare in silenzio, in attesa di nuove,rassicuranti notizie.

Intanto, proseguono le manifestazioni d'affetto da parte delmondo della Formula 1: sono comparsi infatti su diverse monoposto impegnate neitest di Jerez, in Spagna, messaggi di sostegno nei confronti di Schumacher.

Sulla nuova Ferrari F 14 – T rimarrà esposto l'hashtag#forzaMichael. Per la casa di Maranello un modo simbolico per dimostraredi essere vicina al suo campione.

Segui la nostra pagina Facebook!