Nulla da fare per Simone Bolelli nel primo turno dell'Atp 500 di Basilea. Dopo aver superato le qualificazioni, il sorteggio non è stato affatto favorevole al bolognese. Di fronte si è ritrovato la testa di serie numero 2 del tabellone, il maiorchino Rafael Nadal. Un Nadal che, così ha affermato, ha smaltito la cura di antibiotici a cui si è sottoposto per un'infezione all'appendicite che lo ha debilitato a Shanghai.

Seppur, ancora, in non perfette condizioni fisiche, il campione di Manacor ha trovato una resistenza flebile in Bolelli.

Troppa la differenza tra i due, e la si è vista in campo. Difficile spiegare tecnicamente e tatticamente il match. Nadal, con il minimo sforzo, ha fatto suo il match in poco più di un ora di gioco (1h e 11 minuti, per la precisione).

Un Bolelli volenteroso, a volte anche brillante, niente ha potuto, e sono bastati un paio di passaggi a vuoto, cali di concentrazione, per permettere a Nadal di diventare padrone assoluto del match. Per Bolelli, comunque, un buon torneo. Essere entrato nel tabellone principale è da considerarsi un passo avanti per il pieno recupero dell'ex allievo di Claudio Pistolesi.

Per Nadal, come detto, un semplice allenamento agonistico, che non può certificare una ritrovata forma psicofisica. Aspettiamo test più probanti. Nel secondo turno, il numero 2 del seeding, affronterà il ventitreenne francese Pierre-Hugues Herbert, numero 120 della classifica Atp, che al primo turno ha eliminato, a sorpresa, il connazionale Edouard Roger Vasselin, che lo sopravanza in classifica di ben 56 posizioni, in tre set (6/3 6/7 7/6).

Negli altri due incontri in programma ieri, lo statunitense Donald Young ha avuto la meglio sull'argentino Carlos Berlocq per 7/6 6/4, e il belga David Goffin, testa di serie numero 7, ha sconfitto, in un match ben giocato, l'astro nascente austriaco Dominic Thiem col punteggio di 7/6 6/3. Oggi esordio per il beniamino d casa, nonché , testa di serie numero 1 Roger Federer che se la vedrà col lussemburghese Gilles Muller.

Tra gli incontri da seguire, vi segnaliamo un interessantissimo Dimitrov (numero 5 del tabellone) contro il giovane talento teutonico (ha solo 17 anni) Alexander Zverev e, da non perdere assolutamente il match tra Stanislav Wawrinka (testa di serie numero 3) e Mikhail Kukushkin, tennista, in questo periodo, dal braccio "caldo". Il tutto in diretta tv su Supertennis.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!