I colori giallo e blù del team francese hanno dominato il decimo FIA ePrix corso nel fantastico scenario del parco di Battersea, su una pista difficile, stretta e costellata di dossi.

Il Circuito

Lungo 2,925 km con 17 curve da percorrere 29 volte, in totale 84,8 km. La presenza di un dosso molto pronunciato alla prima curva ha imposto l'erezione di una barriera temporanea di sicurezza e la partenza dietro la safety car.

Griglia di partenza

Sébastien Buemi parte in pole per la terza volta in campionato. Dietro di lui Jerome D'Ambrosio a 4 decimi e Lucas di Grassi, terzo ad un solo millesimo. Nelson Piquet Jr, in testa alla classifica, è quarto in griglia. Partire davanti è questa volta ancora più decisivo per chi aspira al podio, vista la partenza lanciata. Si presentano in griglia cinque debuttanti: ad Alex Fontana, Simona de Silvestro e Oliver Turvey, si aggiungono il giapponese Sakon Yamamoto per il team Amlin Aguri, e lo svizzero Fabio Leimer per Virgin Racing.

FanBoost

Il pubblico ha premiato nell'ordine il debuttante inglese e pilota di casa Turvey, Piquet e Yamamoto. Questi piloti possono incrementare per 5 secondi la potenza da 150 kW a 180 kw su ognuna delle due vetture usate, ad esclusione del primo giro.

La gara

Buemi, vincitore a Monaco e in Uruguay,  parte bene dietro la safety car e per tutta la gara, su un circuito così stretto, non deve far altro che mantenere D'Ambrosio a distanza di sicurezza.

Buemi è bravo anche dopo l'entrata in pista della safety car nella seconda parte della gara quando Daniel Abt su Audi Sport ABT schianta la sua vettura contro la barriera. Nessun danno per il pilota, ma gara finita per lui.

Corsa tranquilla anche per D'Ambrosio, secondo sul podio. Dietro di lui è invece bagarre. Il brasiliano di Grassi è concentrato a difendere la sua posizione dal compatriota Piquet, da cui lo dividono accesa rivalità e antipatia reciproca.

Piquet ci prova più di una volta, finché i due si toccano fianco a fianco prima della chicane. di Grassi chiude la porta e Piquet arriva lungo in chicane andando quasi a sbattere. Ne approfitta Jean-Eric Vergne che supera Piquet di slancio e parte alla caccia del terzo posto riuscendo a passare di Grassi con uno spettacolare sorpasso a ruote bloccate. Nella seconda parte della gara Vergne si limita poi a mantenere la terza posizione per problemi di batteria. 

Le prime tre posizioni restano invariate fino all'arrivo.

Dopo il pit stop Piquet si ritrova subito dietro a di Grassi e sfrutta il FanBoost per cercare di passarlo, ma di Grassi è più bravo e con un tempone sul giro, il 23mo, gli toglie ogni velleità e strappa anche i 2 punti per il giro più veloce a Buemi.

Classifica finale. Primo Buemi davanti a D'Ambrosio e di Grassi. 3 punti a Buemi per la pole e 2 punti a di Grassi per il giro più veloce.

Classifica piloti.

Con 138 punti Piquet guida ancora la classifica, ma il suo vantaggio sul secondo Buemi è di solo 5 punti. Segue poi di Grassi con 125. Con solo 13 punti fra il primo e il terzo e 30 punti a disposizione nell'ultima corsa, la lotta per il titolo, ristretta ormai a questi tre piloti,  è quanto mai aperta e verrà decisa questo pomeriggio all'arrivo della seconda gara di Battersea Park.

Classifica scuderie. Con una gara di anticipo e 221 punti, e.dams Renault si aggiudica il primo titolo mondiale FIA di Formula E. Seguono a 157 la tedesca Audi Sport ABT e la cinese NEXTEV CTR a 144.

Appuntamento alle ore 18 di oggi per conoscere il nome del primo campione di Formula E.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto