La seconda stagione di Formula E vedrà team e piloti disputarsi il primato in undici gare ospitate su 10 circuiti. Londra sarà la sede, come nell'anno precedente, delle ultime due corse, presumibilmente decisive per l'assegnazione del titolo visto l'equilibrio degli attori in gara nel primo campionato vinto da Nelson Piquet Jr,proprio nell'ultimo week end.

La seconda edizione del campionato FIA per monoposto elettriche prenderà il via il 24 ottobre 2015 a Pechino, proseguirà in tre continenti toccando nove paesi e terminerà a Londra all'inizio dell'estate 2016.

Le novità incalendario

Rispetto alla stagione inaugurale vi sono due variazioni:

  • il Gran Premio di Parigi, che si correrà su un circuito ricavato intorno al complesso architettonico di Les Invalides, prende il posto del GP di Monaco alternandosi con il GP per Auto Storiche che si tiene nella capitale monegasca ogni due anni;
  • la sede del quinto GP è ancora da decidere. L'anno scorso la gara si era tenuta nella splendida cornice del lungomare di Miami; quest'anno molte città hanno espresso il loro interesse ad ospitare la manifestazione – fra di esse Città del Messico e Lugano, Svizzera – ma, come ha dichiarato il patron della Formula E, Alejandro Agag:“stiamo cercando di mantenere la stessa distribuzione geografica delle gare; l'obiettivo è di avere un quarto Gran Premio nel continente Americano”.

Per inciso, fra le molte città che hanno avanzato la loro candidatura, vi sonoanche alcune famose località turistiche italiane.

Le attese sono tante, ma le probabilità di assegnazione non molto alte, visto il numero limitato di GP a disposizione e il calibro e il peso politico delle sedi in gara. Magari più avanti, quando il campionato verrà senz'altro ampliato, potremo vedere in Versilia o sulla costiera Romagnola questo straordinario evento popolare che unisce la magia dei motori all'innovazione e allo spettacolo.

Con la riconferma del numero di corse e delle sedi che hanno già ospitato il primo campionato, Alejandro Agag ha voluto ringraziare le città ospiti per la straordinaria accoglienza di pubblico e di interesse ricevuto e ha dichiarato che la seconda edizione “rappresenta un importante segno di stabilità e consolida la presenza del campionato nella panoplia dei più grandi eventi motoristici a livello globale gestiti sotto l'egida della FIA" (Federazione Internazionale dell'Automobile).

Ilcalendario

GP1 - 24 ottobre 2015 -Pechino -Cina

GP2 - 7 novembre 2015 -Putrajaya -Malesia

GP3 - 19 dicembre 2015 -Punta del Este -Uruguay

GP4 - 6 febbraio 2016 -Buenos Aires -Argentina

GP5 - 19 marzo 2016 -da definire

GP6 - 2 aprile 2016 -Long Beach -USA

GP7 - 23 aprile 2016 -Parigi -Francia

GP8 - 21 maggio 2016 -Berlino -Germania

GP9 - 4 giugno 2016 -Mosca -Russia

GP10 - da definire -Londra -UK

GP11 - da definire -Londra -UK

Prima della gara inaugurale di Pechino, la Formula E ha effettuato in agosto tre sessioni di prova, di due giorni ciascuna, sul circuito di Donington Park. I test erano aperti al pubblico e ai rappresentanti dei media ed è stata la prima occasione di vedere in corsa piloti e macchine dei 10 team che sono stati ammessi alla seconda edizione del campionato, aperto a partire da quest'anno a fornitori diversi dei gruppi motopropulsori.

Il telaio, invece, sarà lo Spark Renault SRT-01E, cherimane lo stesso per tutte le scuderie.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto