La Salernitana è tornata a sorridere grazie ai suoi guizzi dopo un periodo delicato (a digiuno di vittorie per due mesi). Alfredino il turbo. Così lo chiamavano i compagni della Scuola Calcio Azzurri di Stefano Cirillo di Torre Annunziata. Alfredino il turbo l'ha messo per davvero da quel giorno in cui Felice Ferraro, talent scout e dirigente di lungo corso del Savoia, lo vide per la prima volta all'opera. Un'accelerazione che ha portato Alfredo Donnarumma, classe '90 da Torre Annunziata in serie B. La stagione boom con il Teramo - 22 gol all'attivo- ed ora la Salernitana. Un avvio difficile e poi quattro gol in tre partite che hanno evitato a Torrente guai peggiori.

Ma Alfredino, dopo aver messo il turbo anche in granata, può fare ancora meglio. Parola di don Felice. "Nel 2003-04 ero al Savoia in serie D, seguivo i ragazzini della scuola calcio azzurri di Stefano Cirillo a Torre, categoria giovanissimi classe 1990 e vidi Alfredo - spiega. Ne restai folgorato". Ma strapparlo alla scuola calcio Cirillo non fu agevole. "Per portarlo al Savoia fui costretto a rilevaremezzasquadra. Erano tutti del '90 e principalmente della zona portodi Torre Annunziata. Stesso rione di Ciro Immobile che all'epoca era al Sorrento. Dovetti pagare diecimila euro per strapparlo alla Scuola Calcio.

Ferraro: "Dal Catania non ho ricevuto un euro"

Dopo un anno con il Savoia lo visionò Pietro Lo Monaco del Catania al quale concessi la lista a titolo gratuito con la promessa che se il ragazzo esordiva nel campionato primavera con la maglia del Catania mi veniva riconosciuto i diecimila euro".

Un'operazione in buona fede per il bene del talento dei Savoia ma le cose non andarono come preventivato. "Mi fidai di Pietro Lo Monacosulla parola perché eravamo amici. Alfredo esordì nel campionato Primavera e fu capocannoniere del torneo con 27 reti. Da quel giorno il Catania e l'amico Lo Monaco non li ho più sentiti. Prima ancora lo avevo segnalato a Pavarese quando era al Napoli ma poi non mi ha mai contattato".

Quattro gol in tre partite per ilnuovo idolo granata

Ed Alfredino il turbo ne ha fatta di strada. "Qualcuno lo paragonava a Signori. Magari tecnicamente ha anche qualcosa in più ma se riuscisse a ripercorrere la strada dell'ex giocatore di Foggia, Lazio e Bologna sarebbe fantastico. Ha i numeri per farlo e quest'anno, ne sono certo, darà un contributo importante alla Salernitana".

E magari il crac del prossimo Calciomercato e questa volta potrebbero basterebbero diecimila euro. Cifra che Felice Ferraro attende ancora di ricevere dal Catania.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!