La Sei Giorni di Rotterdam, poi il volo in Argentina per il Tour de San Luis da correre con la maglia della nazionale. È un mese di gennaio già molto intenso per Filippo Pozzato, deciso a non sprecare questa che sarà verosimilmente la sua ultima spiaggia per firmare una grande classica nella campagna del nord. Con la sua nuova squadra, la Southeast, sembra essere scoccato subito il feeling giusto. Non è stato così con la Lampre, team per il quale ha corso negli ultimi tre anni.

Pozzato – Lampre: la pista tra le cause della rottura

Durante la permanenza in Olanda per la Sei Giorni di Rotterdam, Filippo Pozzato è tornato a parlare al sito "VeloNews" della deludente esperienza alla Lampre.

Il corridore vicentino si è lamentato di non aver avuto piena libertà di scelta sul programma di avvicinamento alle classiche, e questo ha influito negativamente sulle prestazioni. “Negli ultimi tre anni avrei voluto correre una Sei Giorni, ma la squadra non me lo permetteva perché le gare su pista coincidevano con i ritiri. Mi sarebbe servito a raggiungere la cadenza giusta in vista delle classiche” ha spiegato Pozzato, che con la Southeast ha messo in chiaro la volontà di voler fare di testa sua ed impegnarsi almeno in una Sei Giorni. “Non lo faccio per i soldi, ma per ottenere l’intensità che mi serve” ha aggiunto il ciclista, che poi ha puntualizzato: “Certo, ho chiesto all’organizzazione di Rotterdam quello che volevo, il mio prezzo, ma il mio obiettivo erasoprattutto la preparazione per le classiche”.

Pozzato, due anni di delusioni

Se la preparazione svolta su pista può dare un certo beneficio ai corridori, bisogna dire che le prestazioni di Pozzato negli ultimi due anni sono state lontanissime da un livello anche solo sufficiente. In quest'arco di tempo non ha ottenuto nessuna vittoria, ed in quest’ultima stagione neanche un podio.

La sua ultima presenza nella top ten di una grande classica risale a quattro anni fa, ed è difficile immaginare che questo deficit di risultati sia dovuto alla mancata partecipazione ad una gara di Ciclismo su pista. Sia Pozzato che la Southeast, però, si sono molto esposti: l’obiettivo stagionale del corridore è stato fissato in alto, e punta su un podio al Fiandre e su almeno cinque o sei vittorie complessive.