Sul 6 Nazioni di rugby 2016Jacques Brunel ha le idee chiare: il c.t. italiano giunto all'ultima manifestazione alla guida della nostra nazionale. La "giovane" squadra sarà un inedito assoluto, con quattro dei dieci esordienti convocati già in campo nel primo quarto contro la Francia. Ben nove le pedine dello scacchiere del tecnico modificate rispetto all'ultima gara ufficiale disputata dagli azzurri.

L'obiettivo di Brunel, in questo 6 Nazioni, è allargare la base della nazionale approfittando del fatto che molti giocatori, che certamente avrebbero meritato la convocazione, sono infortunati o assenti per altri motivi. Matias Aguero, ad esempio, ha scelto di stare vicino alla moglie che dovrebbe partorire in questo periodo.

Italia al 6 Nazioni: la formazione

Il triangolo allargato, presenta due esordienti: David Odiete, da quest'anno in forza al Mogliano,.

Il ragazzo ventiduenne sta trovando spazio e giocando con continuità. Ha convinto il c.t. che, dopo alcune convocazioni nelle quali non ha mai esordito, ha pensato fosse arrivato il momento. Idem per Mattia Bellini, del Petrarca, ventidue anni lunedì prossimo e prima esperienza in Nazionale al 6 Nazioni. Completa il reparto Leonardo Sarto, delle Zebre, che con i suoi ventiquattro anni appena compiuti è l'anziano del pacchetto.

Per lui si tratterà della ventiquattresima presenza.

Nella linea dei trequarti, l'esperto Gonzalo Garcia sarà affiancato daMichele Campagnaro (1993) e da Carlo Canna, esordiente, mediano d'apertura delle Zebre in PRO12. Chiude la lineaEdoardo Gori, che a venticinque anni vanta già 47 presenze nella Nazionale di rugby. Se è vero che Marco Fuser e George Biagi non hanno mai giocato assieme, è vero anche che la terza linea è il reparto più collaudato.

Nessun esordiente e tanta esperienza con Sergio Parisse, Alessandro Zanni e Francesco Minto, da sempre apprezzatissimi da Brunel.Diverso il discorso in prima linea, dove l'esperienza la porta in dote Lorenzo Cittadini affiancato da Andrea Lovotti e Ornel Ortega, entrambi esordienti.

Ovviamente, non mancano le polemiche: alcuni considerano l'Italia che ha in mente Brunel per il 6 Nazioni 2016 una Nazionale sperimentale.

Brunel risponde dichiarando che sono ben tredici i ragazzi che per un motivo o per un altro non potranno essere presenti o non sono stati presi in considerazione. "Dobbiamo aiutare nella crescita i ragazzi interessanti- ha dichiarato l'allenatore - Nei raduni invernali ci siamo chiesti che aspettare ancora o lanciarli in squadra da subito. Abbiamo deciso di provare".

Questa la formazione dell'Italia che scenderà in camposabato 6 febbraio alle ore 15.30per la prima giornata del 6 Nazioni di rugby 2016contro la Francia:15 David Odiete, 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Gonzalo Garcia, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Alessandro Zanni, 6 Francesco Minto, 5 Marco Fuser, 4 George Fabio Biagi, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Ornel Gega, 1 Andrea Lovotti.

In panchina: 16 Davide Giazzon, 17 Matteo Zanusso, 18 Martin Castrogiovanni, 19 Valerio Bernabò, 20 Andries Van Schalkwyk, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Kelly Haimona, 23 Luke Mclean

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto