Le ultime due nottate Nba hanno messo decisamente un po’ di pepe in quella che sembrava una stagione dall’esito scontato: Warriors finalisti a Ovest e favoriti per il titolo e Cavaliers finalisti a est ma con più chanches dello scorso anno. Ma mentre i Cavaliers, pur incontrando le prime difficoltà in questa post season restano i favoriti per l’Eastern Conference, i Warriors, forti del record di 73 vittorie e 9 sconfitte, rischiano seriamente di passare alla storia ma dall’entrata sbagliata.

Perché gara quattro ha sentenziato che i Thunder sono i veri outsiders di questa stagione tanto da far pensare che, aver eliminato San Antonio, non è stato legato solo al fattore età dell’asse portante degli Spurs (Duncan e Ginobili in testa) o al ridimensionamento di Leonard e Aldridge, ma a una vera e propria supremazia di questa OKC, che non ragiona più solo col binomio Westbrook-Durant, ma che ha una logica di squadra, con coach Donovan che ha finalmente trovato la quadra di un team che sembrava legare il proprio nome a quello di incostanza o mina vagante.

A Est vale il fattore campo

Se a Toronto è valso il fattore campo con un 105-99 che è stato meno scontato di gara 3, e con la Banda LeBron che è stata in corsa quasi fino alla fine, a Oklahoma si sono visti i Thunder dominanti come non mai, prima squadra ad abbattere per due volte consecutivamente i Warriors e il loro small ball in questa stagione, con Curry non in serata e il solo Thompson a tenere a galla la nave, autore di 26 punti ma con problemi di falli che, quando lo costringevano in panchina, permettevano a Durant e soci di spaziare in lungo e in largo per il parquet.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Basket

Dopo il 118-94 di gara 4, OKC adesso ha a disposizione tre match point, e se ci si aspetta una reazione in gara 5 a Oackland, gara 6 la giocheranno in un terreno dove non hanno perso mai in questa serie.

Draynond Green continua a non ingranare

Green continua a essere fuori da qualsiasi grazia, fuor che quella della Nba che ha scelto di non sospenderlo dopo il brutto calcione ai testicoli ad Adams in gara 3. Auotore di una prestazione opaca, si mette di nuovo in mostra per uno sgambetto, anche qui da decidere se involontario, nei confronti di Kanter.

Questa notte gara 5 a est

Questa sera si giocherà gara 5 a Cleveland (diretta su Sky Sport 2 alle 2:30) in una serie dove il fattore campo si sta rivelando decisivo. I Cavs sono ancora favoriti in questa serie, ma Toronto ha trovato in Byombo la chiave difensiva e offensiva a rimbalzo e, soprattutto, se Lowry e DeRozan sono in serata (i due hanno collezionato 67 punti contro i 64 dei Big Three di Cleveland in gara 3) ce n’è per pochi.

Ma se James e compagni ritrovano la difesa aggressiva delle prime dieci gare e le percentuali da tre tornano a quei livelli, difficilmente i Raptors potranno spuntarla. Ma ci hanno ben abituato in questi playoff.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto