Dovrebbero essere una quindicina i corridori italiani che parteciperanno al Tour de France 2016. Vincenzo Nibali e Fabio Aru sono chiaramente i più attesi. Con loro si schiererà al via una Astana che come sempre avrà una forte componente tricolore. Ma ci saranno corridori italiani anche in molte altre squadre, in gran parte con compiti di gregariato, ma anche con alcune individualità che potranno andare a caccia del risultato.

Al Tour de France una Astana tricolore

Una bella fetta dei corridori italiani al Tour de France 2016 sarà nella Astana. La formazione kazaka non ha ancora ufficializzato il nove definitivo che prenderà parte alla Grande Boucle, ma insieme a Vincenzo Nibali e Fabio Aru ci saranno certamente diversi altri azzurri.

Aru è il capitano designato fin dall’inverno per il Tour, con qualche incognita legata all’inesperienza del corridore sardo nella corsa francese e alle prestazioni altalenanti della prima parte di stagione. Per questo la presenza di Vincenzo Nibali darà alla Astana una seconda chance. Il vincitore del Giro d’Italia desta grande curiosità: Nibali potrebbe gestirsi solo per raggiungere la miglior condizione in funzione delle Olimpiadi, ma anche correre senza remore pensando alla classifica generale. Al loro fianco ci saranno almeno altri tre corridori italiani: Paolo Tiralongo, Diego Rosa e Dario Cataldo, tre uomini che daranno alla Astana uno spessore notevolissimo.

Modolo, Trentin e gli altri

Se gran parte delle attenzioni dei tifosi italiani saranno riservate per Aru e Nibali, non mancheranno però altri corridori che possono regalare al nostro Ciclismo delle soddisfazioni.

Sacha Modolo è un quasi debuttante al Tour, visto che la sua unica esperienza francese, due anni fa, si concluse dopo un paio di tappe appena. Modolo sarà il velocista della Lampre, ed anche se il livello degli sprint al Tour è stellare, parte con la speranza di centrare almeno qualche bel piazzamento. Altra carta importante per i risultati parziali sarà Matteo Trentin.

Essendo nella Etixx Quickstep di Kittel, Trentin non potrà avere via libera ogni giorno, ma potrà trovare qualche occasione per fare la propria corsa e centrare un risultato come nelle edizioni 2013 e 2014 quando vinse una tappa.

Per gli altri corridori italiani presenti al Tour de France 2016 ci sarà soprattutto da sgobbare per i rispettivi capitani.

Matteo Tosatto sarà tra i fedelissimi di Contador alla Tinkoff. Compiti di gregariato ci saranno anche per Damiano Caruso, alle dipendenze di Porte e Van Garderen nella BMC, e per Jacopo Guarnieri, consolidato apripista di Kristoff alla Katusha. Potrebbe esordire al Tour Domenico Pozzovivo, che figura nella preselezione della AG2R ma non è certo della convocazione finale.