Martedì 25 ottobre a Milano è stato presentato il percorso del Giro d'Italia 2017: la Corsa Rosa festeggia la sua edizione numero 100 partendo dalla Sardegna e arrivando a Milano con una cronometro che si preannuncia spettacolare quanto tutto il resto del disegno, ma dopo il forfait annunciato di Chris Froome e la sceltadi Alberto Contador(oltre alla rinuncia, pressoché certa, di Nairo Quintana), rischia di rimanere orfano anche di un altro big; il più amato da tutti gli appassionati italiani di Ciclismo, Vincenzo Nibali!

Nibali: è un Giro difficile

Il messinese ha detto la sua a margine del grande evento di presentazione della Corsa Rosa, annotando che il percorso del Giro d'Italia 2017 è difficile "al livello delle edizioni 2008 e 2011", ma è anche molto interessante: c'è tanta salita, e già dalla prima settimana di corsa, il che rende indispensabile arrivare pronti al via di Alghero; c'è poca cronometro, e quindi non sarà probabilmente decisiva; c'è, soprattutto, molto spazio per quei colpi di mano che hanno fatto amare tanto lo "Squalo" ai suoi tifosi, azioni un po' folli ma capaci di entusiasmare e fargli guadagnare minuti preziosi in classifica generale (chi si ricorda come corse il Tour de France 2014 penserà subito all'attacco di Sheffield o ai numeri che Nibali seppe fare sul pavè). Infine c'è pure una tappa con arrivo a Messina, la sua città.

Lo Squalo: ora dobbiamo definire i programmi

Nonostante tutto questo, però, Nibali non ha voluto sbottonarsi e alla domanda precisa "Parteciperai anche tu al Giro d'Italia 2017" ha risposto restando un po' sul vago, e lasciando nel dubbio milioni di appassionati: per lui comincia la nuova avventura, ancora ricca di incognite, del team Bahrain-Merida, e i programmi della squadra saranno definiti a giorni durante il primo ritiro stagionale in Croazia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Sarà lì che Nibali e il suo staff valuteranno sia il percorso del Giro d'Italia che quello del Tour de France, per certi versi ancora più adatto alle sue caratteristiche, e decideranno come organizzare la stagione.

Fino ad allora la certezza di vedere Nibali sulle strade del Giro d'Italia 2017 con il dorsale numero 1 non ce la potrà avere nessuno.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto