Meno di venti giorni all'inizio ufficiale della regular season della Nba 2016-2017, e le squadre continuano, nel frattempo, a rifarsi il look per farsi trovare pronte per l'avvio del torneo. I Cleveland Cavaliers, campioni in carica dopo aver vinto l'anello lo scorso giugno nelle appassionanti Finals contro i Golden State Warriors, per esempio, proprio nella serata di ieri hanno annunciato di aver messo a segno un importante colpo di mercato.

Nba, colpo Cavs: messo sotto contratto l'ex NY e Miami Toney Douglas

La franchigia dell'Ohio, infatti, ha messo sotto contratto la guardia Toney Douglas, 31 anni, già visto nella massima lega di basket statunitense con le maglie di New York Knicks, Houston Rockets, Sacramento Kings, Golden State Warriors, Miami Heat e New Orleans Pelicans.

Nella stagione 2014-2015, Douglas ha anche giocato in Cina, indossando la casacca dei Dragons di Jiangsu. Contemporaneamente all'ingaggio di Toney Douglas, i Cavs di Tyronn Lue hanno 'tagliato' il centro Eric Moreland: tale mossa di mercato si è resa necessaria dopo la partenza di Matthew Dellavedova, ceduto ai Milwaukee Bucks, ed il ritiro di Mo Williams. Con Douglas, Cleveland ha rinforzato la propria 'backcourt' affiancando un elemento di assoluta qualità al titolare del ruolo, Kyrie Irving, ed al rookie Kay Felder.

Nba, dramma Sixers: Simmons forse fuori tutta la stagione

Brutte notizie, invece, per i Philadelphia 76ers, che, negli ultimi giorni, avevano dovuto registrare l'infortunio della prima scelta del Draft 2016, Ben Simmons. Giungono ora novità poco confortanti sul rientro in squadra del prodotto della Louisiana State University: inizialmente, lo stop previsto era di 3 mesi; ora si apprende che il 20enne cestista australiano dovrà fermarsi, presumibilmente, per tutta la stagione. Il Presidente dei Sixers, Bryan Colangelo, ha già dichiarato come non abbia alcuna intenzione di velocizzare, o quantomeno affrettare, il rientro in organico di Simmons, forse memore della maledizione che sta affliggendo la società da anni, con tre scelte negli ultimi quattro anni fermati a lungo da problemi fisici (gli altri erano stati Nerlens Noel e Joel Embiid).

Idea, questa, che sembrerebbe avallata anche dal procuratore di Simmons, Paul Rich, almeno stando a quanto riportato su 'Twitter' da Bob Cooney, giornalista del 'Philadelphia Daily News'.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto