Fantastica notte NBA per i giocatori italiani: gallinari e belinelli chiudono il turno con una stupenda prestazione. Il primo risulta decisivo nella vittoria per 106 a 98 dei suoi Denver Nuggets, ospiti dei Philadelphia Sixers; Danilo si scatena, e mette ben 26 punti, migliore dei suoi e della partita, a cui aggiunge 4 rimbalzi e 3 assist; lo seguono nella classifica della serata Jusuf Nurkic, con 10 rimbalzi, e Jameer Nelson, che mette 4 assist (uno in più rispetto all'italiano).

L'altro italiano in gara, Marco Belinelli, non è assolutamente da meno: i suoi Charlotte Hornets vincono in trasferta sui Dallas Mavericks, imponendosi per 109 a 101; i numeri di Belinelli ci dicono ben 16 punti, 6 rimbalzi e 2 assist; meglio di lui solo Kemba Walker, che di punti ne fa 19, e Nicolas Batum, 7 assist e ben 15 rimbalzi.

Si risolleva nuovamente il Basket italiano, e lo fa anche a colpi di sorprese: è di poco più di 24 ore fa', la notizia di un “divorzio” tra Gentile e la sua Olimpia Milano; non più coinvolto come un tempo, Gentile sta valutando altre opzioni, che danno per scontato il suo passaggio all'estero. Non possiamo fare che delle congetture, ma siamo tutti affascinati dal fatto che il talento casertano di Maddaloni possa un giorno unirsi allo sport americano, come giocatori del calibro di Bargnani e Datome, e come fanno tuttora, appunto, Gallinari e Belinelli.

Il punteggio delle altre gare

I Washington Wizards fanno visita ai Brooklyn Nets, e portano a casa la vittoria per 118 a 113. Ennesima vittoria consecutiva per gli Oklahoma City Thunder (ed ennesima tripla doppia per Russell Westbrook), che vincono in casa degli Atlanta Hawks per 102 a 99. Vincono in trasferta anche i Portland Trail Blazers contro i Chicago Bulls per 112 a 110, i San Antonio Spurs sui Milwaukee Bucks per 97 a 96, i Memphis Grizzlies (che portano la partita ai supplementari) contro i New Orleans Pelicans per 110 a 108 e gli Utah Jazz sui Los Angeles Lakers per 107 a 101.

Dominano in casa i Golden State Warriors sugli Indiana Pacers e portano a casa la vittoria con un larghissimo 142 a 106 (Klay Thompson, da solo, fa la bellezza di 60 punti), e vince in casa anche Houston, i cui Rockets si impongono sugli ospiti dei Boston Celtics con il minimo punteggio di 107 a 106 (Harden fa 37 punti e 8 assist).

Ritorna alla vittoria anche Cleveland

Trasferta durissima per i Cleveland Cavaliers, reduci da 3 sconfitte consecutive, chiamati alla prova di forza contro una delle ultime squadre che sarebbe preferibile incontrare quest'anno: i Toronto Raptors.

La squadra canadese è eccezionale, e servono più di 2 ore ai Cavaliers per riuscire ad imporsi, per 116 a 112, con gli ultimi 10 secondi che sono sembrati un'eternità: Irving regala due tiri liberi a causa di un fallo di foga agonistica e Toronto si vede annullare un canestro da 3 a 2 secondi dal termine. Sfida tra LeBron James e DeMar DeRozan: il giocatore di Cleveland mette ben 34 punti (il migliore), e la risposta del talento di Toronto è 31 (cifra comunque altissima). James tiene con il fiato sospeso i suoi tifosi, a causa di un fastidio alla caviglia manifestatosi a seguito di un cattivo appoggio dopo una schiacciata del primo quarto, che è stato però fatale a J.R.Smith, che dopo 10 minuti di gioco è costretto a lasciare invece il campo, proprio per lo stesso problema.

Si valuteranno, ora, i suoi tempi di recupero.

Segui la pagina Basket
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!