Massimo Zanetti si confessa ai microfoni de "La Gazzetta dello Sport". Il patron della Segafredo parla a trecentosessanta gradi della Trek-Segafredo, formazione del circuito WorldTour nella quale l'azienda italiana ha investito circa venti milioni di euro. Il progetto è di quelli interessanti e di buona prospettiva, motivo per cui l'ultima campagna acquisti di casa Trek è stata tra le più importanti del gruppo. Alla corte della Trek, infatti, sono sbarcati corridori del calibro di Alberto Contador, Jarlinson Pantano e John Degenkolb ma il rimpianto più grande di Zanetti si chiama Vincenzo Nibali: "Per lui avevamo pronto un progetto importante tutto italiano - afferma Zanetti - speravo davvero venisse con noi".

Lo "Squalo", infatti, al progetto azzurro targato Segafredo ha preferito la neonata formazione della Bahrain-Merida.

Da un rimpianto ad un sogno futuro con in comune il fattore... azzurro. Perchè la speranza più grande di Zanetti per il 2018 è l'ingaggio di fabio aru. Il sardo, infatti, è in scadenza con l'Astana e già si è scatenata una vera e propria asta per assicurarsene le prestazioni. "Vorrei che Fabio fosse il dopo Contador, Alberto vorrebbe chiudere nel 2018 e Fabio Aru mi piace, è un italiano vincente, di successo.

Ci spero". Su Aru è forte anche l'interesse della TJ Sport-Lampre, formazione italo-cinese che, tuttavia, dovrà ancora ricevere la licenza WordlTour per le prossime due stagioni da parte dell'UCI. La richiesta del team di Giuseppe Saronni è ancora in fase di approvazione ma è lo stesso ex professionista a ribadire l'interesse per Aru che correrebbe in una formazione italiana con bici italiana (fornitore di bici per la Lampre sarà infatti Colnago).

I due pezzi pregiati azzurri Nibali e Aru, che si sfideranno nel centesimo Giro d'Italia, dunque, si rivelano corteggiatissimi in ambito nazionale ed internazionale. Se il siciliano si è già accasato alla corte del principe del Bahrain, per il sardo la prossima stagione sarà decisiva sia in strada che fuori. Si è aperto già il ciclomercato per la stagione 2018?

Segui la nostra pagina Facebook!