Anche se non fa più parte del mondo del Ciclismo se non come spettatore, Oleg Tinkov ha ancora tanta voglia di parlare dei suoi ex corridori sui social network. Il suo bersaglio preferito resta Alberto Contador, il campione spagnolo che è stato uno dei leader della sua squadra fino alla scorsa stagione. Nonostante Contador sia reduce da un’entusiasmante Parigi Nizza persa per soli due secondi, Tinkov ha sparato a zero su di lui, con un’invettiva che dall’aspetto sportivo è scivolata verso l’offesa gratuita.

Tinkov: 'Contador non vincerà più nulla'

Tra Oleg Tinkov e Alberto Contador non c’è mai stato un grande feeling. Il rapporto tra il proprietario del Team Tinkoff e il fuoriclasse spagnolo si è fatto ancora più difficile dopo l’allontanamento di Bjarne Riis dalla guida tecnica della squadra, e dopo qualche atteggiamento di circostanza finalmente con la fine del contratto si è svelata la realtà. Tinkov ha più volte sparato a zero su Contador, soprattutto per motivi personali più che tecnici, per un modo di fare semplice e umile davvero lontano dal suo stile di vita esuberante e sprezzante di tutto.

Se Tinkov ha definito Contador un’anatra zoppicante per la sua scelta di continuare a correre anche in questa stagione, il campione si è limitato a ribadire che per fortuna quella con il magnate russo è un’esperienza che si è lasciato definitivamente alle spalle. Ma Tinkov non è certo il tipo da starsene in disparte in silenzio, anche se la sua squadra è ormai chiusa e nel ciclismo non ha nessun ruolo oltre a quello di spettatore.

Sul suo account Instagram il magnate russo ha pubblicato un messaggio di complimenti a Peter Sagan per la Milano Sanremo di sabato scorso. Nel suo stile un po’ eccentrico Tinkov ha parlato di un Sagan vincitore della Sanremo, e poi in un messaggio successivo ha attaccato volgarmente Contador. “Contador è un pezzo di ….. spagnolo e non vincerà più nulla. E’ troppo vecchio. La dieta lo faceva impazzire ed è avido” ha scritto Tinkov.

Le offese a Contador sono poi costate a Tinkov un diluvio di messaggi di colorite rimostranze per il suo atteggiamento e la sua pagina Instagram si è così trasformata in un infinito turpiloquio.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!