La quinta tappa da Bilbao a Eibar di 139,8 chilometri, era considerata la tappa regina del Giro dei Paesi Baschi, e per ogni regina ci deve essere un Re. E l'incoronazione è avvenuta a Eibar. E' stato Alejandro Valverde che in un sol colpo ha conquistato scettro e corona andando a vincere la tappa autoproclamandosi Re, e andando a indossare la maglia di leader. Il tutto quando manca una sola tappa alla fine della corsa che si concluderà sabato con la cronometro.

La tappa. Come sempre più di frequente accade, anche nella quinta tappa la fuga parte nei primi chilometri. Sono ben diciotto i corridori che vanno a formare il drappello dei fuggitivi; tra loro Omar Fraile, Ben King e Niyonshuti della Dimension Data, Lutsenko del Team Astana, Matteo Montaguti del Ag2r La Mondiale, e Yoann Bagot della Cofidis. Il vantaggio dei battistrada però non dura a lungo, e la fuga viene annullata a poco più di 70 chilometri dall'arrivo, grazie al ritmo indiavolato imposto dagli uomini della Orica Scott intenti a manovrare le operazioni in testa al plotone degli inseguitori.

Il gruppo si compatta nuovamente e così rimane fino alle prime rampe della salita finale del Usartzako.

La Battaglia. La tappa si incendia nel finale; al cartello dei meno cinque chilometri esplode la bagarre con attacchi ripetuti portati soprattutto dal canadese Michael Woods della Cannondale Drapac. Sulla sua ruota salta il sudafricano Louis Meintjes del Team Uae Emiratese, e insieme riescono a guadagnare qualche centinaio di metri che però vengono annullati al GPM dove i due vengono ripresi dal gruppetto dei migliori.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Nella successiva discesa verso l'arrivo, l'andatura è sostenuta. E' Samuel Sanchez del Team Bmc a tentare la sortita cercando di sorprendere i rivali e di spingere al massimo quando mancano circa 700 metri dall'arrivo. Poco dopo però lo spagnolo incappa in una scivolata che lo mette fuori dai giochi per la vittoria finale. Il gruppo dei migliori arriva così allo sprint finale, Alejandro Valverde compagno di Nairo Quintana alla Movistar, e autore di prove maiuscole in questa prima parte della stagione, resta nelle prime posizioni attendendo il momento e il varco giusti.

L'occasione si presenta nello sprint finale dove il corridore della Movistar trova il tempo e lo spazio giusti per battere in volata Romain Bardet della Ag2r La mondiale, e il colombiano Rigoberto Uran della Cannondale Drapac. Con la vittoria odierna, Valverde sfila la maglia all'altro spagnolo De la Cruz quando manca solo la cronometro per concludere il Giro dei Paesi Baschi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto