Nel corso di una conferenza stampa durante gli Internazioni BNL d’Italia, il CEO dell’Atp, l’associazione di Tennis professionistico, ha parlato delle novità che verranno introdotte per le prossime Next Gen ATP Finals che si terranno a Milano dal 7 all’11 Novembre. La competizione vedrà sette tra i migliori Under 21 del circuito darsi battaglia, oltre ad una wild card italiana scelta grazie ad un torneo, al quale prenderanno parte i migliori giovani del nostro Paese.

Quali saranno le novità?

I set saranno al meglio dei 4 game e non più dei sei, con un eventuale tie-break che si giocherebbe sul 3-3, invece che sul 6-6.

Le partite non saranno più al meglio dei 3 set, ma diventeranno al meglio dei 5 set come in Coppa Davis. Tutto questo permetterà alla partita di diventare più pregna di momenti chiave, mantenendo inalterato il numero di game da vincere per aggiudicarsi l’incontro, cioè 12.

Verranno eliminati i vantaggi sul 40-40, quindi il game si deciderà sul punto successivo, rendendolo ancora più decisivo. Sarà il giocatore in risposta a decidere da quale parte del campo preferirà giocare il punto decisivo del game.

Verrà ridotta drasticamente la durata del riscaldamento, con la partita che inizierà cinque minuti dopo l’entrata del secondo partecipante.

Un’altra novità sarà quella dell’eliminazione del let, cioè quando la palla di servizio colpisce la rete prima di atterrare nel campo avversario.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tennis

Così il let inciderà nello stesso modo sul servizio quanto durante lo scambio.

Verrà introdotto il shot clock, cioè un cronometro che partirà al momento del termine dello scambio precedente, concedendo solamente 25 secondi ai giocatori tra un punto e l’altro.

I tennisti potranno richiedere solamente un timeout medico per partita.

Come nel tennis al femminile verrà inserita la possibilità del coaching, cioè i giocatori potranno ricevere indicazioni dal proprio allenatore durante l’incontro, senza però che essi entrino in campo.

Infine il pubblico potrà muoversi liberamente all’interno dell’impianto di gioco, tranne per chi siederà dietro le due linee di fondocampo.

Quale futuro per il tennis?

Fino ad ora il tennis era rimasto uno dei pochi sport capaci di rimanere attaccato alla propria tradizione, ma durante le Next Gen ATP Finals verrà quindi sperimentato il tennis del futuro. A decidere se questo lo sarà veramente saranno il pubblico, i media, gli sponsor, i giocatori e gli organizzatori.

Non ci resta che attendere e scoprire se questo sarà veramente il tennis del futuro.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto