Con la stagione delle corse ferma le notizie più importanti per il mondo del Ciclismo continuano ad arrivare dal fronte degli addii. Proseguono infatti a ritmo serrato gli annunci dei corridori che stanno abbandonando l’attività. Per qualcuno è un’opzione ovvia dopo una lunga carriera, per altri una scelta obbligata viste le poche opportunità di trovare nuovi sbocchi, soprattutto in questo ciclomercato in cui molte squadre hanno tagliato gli organici. Tra gli ultimi ad annunciare il ritiro c’è anche il norvegese Lars Petter Nordhaug, già corridore del Team Sky e della Belkin.

Nordhaug, un virus alla base dell’addio

Il norvegese Nordhaug ha una lunga carriera alle spalle, ma a 33 anni avrebbe ancora potuto dire la sua nel ciclismo pro. Invece, dopo una stagione molto travagliata a causa di un problema di salute, ha deciso di scendere definitivamente di bicicletta. “Un virus ha influenzato le mie prestazioni nel 2017” ha spiegato il corridore norvegese sul sito della squadra con cui ha corso quest’anno, la debuttante Aqua Blue Sport. “A 33 anni sono orgoglioso di quanto ho fatto nella mia carriera e di aver giocato un piccolo ruolo nel successo di Aqua Blue Sport al suo primo anno. La decisione migliore per la squadra è quella di ritirarmi. Non voglio rischiare di non avere successo nel 2018, voglio ringraziare il proprietario della squadra Rick Delaney e tutto il team per il supporto e la comprensione.

Auguro il meglio a tutti quanti” ha concluso Nordhaug. Il corridore norvegese ha iniziato a correre in piccole squadre continentali del suo paese, per poi essere ingaggiato dalla Sky nel 2010. Con la squadra britannica ha conquistato la sua vittoria più importante, il Gp Montreal, corsa di livello World Tour. Ha corso poi due anni nella Belkin prima di tornare alla Sky e concludere quest’anno con la Aqua Blue Sport.

Lasciano Losada e Napolitano

È arrivata all’epilogo anche la carriera di Alberto Losada, scalatore spagnolo che è stato uno dei gregari storici di Purito Rodriguez. Dopo l’addio del suo leader Losada ha continuato ancora quest’anno con la Katusha, ma adesso ha deciso di lasciare anche lui, come annunciato dalle pagine del giornale spagnolo Marca.

Il 12 anni da professionista Losada non ha vinto nessuna corsa, ma si è distinto tra i migliori gregari in montagna.

Ben più vincente è il profilo di Danilo Napolitano, sprinter di straordinaria esplosività che ha deciso di smettere con la bellezza di una cinquantina di vittorie nel palmares. Napolitano ha annunciato il suo ritiro dai suoi profili social. In bacheca conta una tappa del Giro d’Italia 2007 davanti a grandi nomi come McEwen, Petacchi e Bettini, ma anche semiclassiche come la Coppa Bernocchi (tre volte) e il Giro di Romagna. Ha corso con LPR, Lampre, Katusha, Acqua & Sapone e Wanty.