Organizzata da Rcs Sport, da mercoledì 21 a domenica 25 febbraio, nelle calde terre degli emiri si terrà la quarta edizione dell’Abu Dhabi Tour. Inserita nel calendario Uci World Tour dalla scorsa stagione è una corsa a tappe che prevede cinque giornate di gare: le prime tre pianeggianti con probabilissime volate finali ad altissime velocità, poi una cronometro individuale di 12,6 km, che rappresenta la novità rispetto alle precedenti edizioni, e una tappa di montagna nell'ultimo giorno con i 10,8 chilometri della salita finale di Jebel Hafeet che decreteranno il vincitore dell'edizione di quest'anno.

Pubblicità
Pubblicità

Il detentore è Rui Costa, mentre il breve albo d’oro della giovane corsa negli Emirati Arabi Uniti è completato da Esteban Chaves (2016, fabio aru secondo) e Tanel Kangert (2015, Diego Ulissi terzo).

Abu Dhabi Tour 2018 in tv, gli orari

La corsa sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport e su Eurosport; e in diretta streaming su Rai Play ed Eurosport Player. Il traguardo di tappa è previsto intorno alle ore 19.45 italiane (le 16.45 locali) per le tappe numero 1, 3 e 5 e alle 18.30 per la seconda tappa, mentre l’arrivo dell’ultimo che lascerà la rampa di lancio della cronometro è previsto intorno alle 18.45. A seguire il programma nel dettaglio con le caratteristiche del percorso.

Ciclismo, anteprima e diretta tv Abu Dhabi Tour 2018
Ciclismo, anteprima e diretta tv Abu Dhabi Tour 2018

Tappe e percorso

L’Abu Dhabi Tour inizia da Madinat Zayed, come detto mercoledì 21 febbraio, con la prima tappa che viaggia in prevalenza attraversando il deserto per concludersi nella stessa località dopo 189 km su un percorso che è il più pianeggiante possibile. Lo stesso discorso vale anche per la seconda tappa, di 154 km, che parte e arriva a Yas Island, una delle isole artificiali costruite ad Abu Dhabi nota per essere sede del circuito di Formula 1, Yas Marina.

Pubblicità

E per la terza, Abu Dhabi-Abu Dhabi (133 km).

La quarta frazione sarà invece una cronometro di 12,6 km lungo le strade piane e dritte di Al Maryah. Inserita per la prima volta nella corsa, questa crono, che tanto si addice al campione del mondo Tom Dumoulin, potrebbe segnare una differenza rispetto alle precedenti edizioni nelle quali il solo modo per vincere l'Abu Dhabi Tour era vincere la tappa regina di Jebel Hafeet.

Nelle prime tre edizioni, infatti, la classifica generale si è sempre decisa negli ultimi chilometri.

E la quinta tappa dell’Abu Dhabi 2018 si svolgerà domenica 25 febbraio: Al Ain-Jebel Hafeet, per complessivi 199 km, i primi 188 dei quali come nelle tappe precedenti completamente pianeggianti, poi la salita di chiusura negli ultimi 11 km a una pendenza media del 6,6% e con picchi in doppia cifra nella parte centrale.

I favoriti

Viste le caratteristiche del percorso, l’Abu Dhabi Tour è interessante per i velocisti puri come Marcel Kittel o Mark Cavendish, quanto per gli scalatori come Fabio Aru o Alejandro Valverde e anche per i passisti sul genere di Tom Dumoulin, che insieme a Ilnur Zakarin e Wilco Kelderman è tra i favoritissimi per la vittoria finale.

Pubblicità

Senza dimenticare lo stesso Aru, Rafal Majka e Rui Costa. Fattore decisivo sullo svolgimento della gara potrebbe essere il forte vento che soffia nel deserto.

Leggi tutto e guarda il video