Ore 13,28 Qualche scatto da parte dei gregari del Giro ma ancora molti chilometri verso il primo traguardo di giornata

Non si è ancora mosso nessuno seppure le condizioni climatiche sono interessanti e non è arrivato il grande caldo che si temeva in Sicilia. Sono partiti in 173 dopo qualche minuto di ritardo. Partenza alle 12,55 e secondo il cronoprogramma si avvicinerà a Piazza Armerina con un lieve declivio oltre i 650 metri. Il meteo è ancora incerto e si attende una stabilità delle condizioni meteo, con un naturale peggioramento nei pressi dell'Etna.

L'arrivo è previsto per le 15,40 sulle prime salite che partiranno dal comune di Paternò.

Ore 13,34 traguardo volante ad Enna per Ciccone

Ciclista italiano attardato di oltre 13 minuti in classifica generale si va per il paese di Pergusa. A circa 6 chilometri da Piazza Armerina c'è la Villa Romana del Casale. Tra mosaici oltre alle celeberrime dieci ginnaste in bikini spiccano un'esaltante corsa di quadrighe al Circo Massimo di Roma, le scene nell'ambulacro della Grande Caccia e quelle del triclinium con le Fatiche di Ercole. La dimora è testimone di un'epoca di ritrovata floridità dell'isola siciliana al centro dei traffici tra il Nord Africa e la Penisola

Ore 14,56 in arrivo a Radusa, secondo traguardo volante tra Gavazzi e Frapporti

Ore 15,37 40 chilometri all'arrivo, gruppo di 28

Un gruppo di corridori si è messo a due minuti dalla Maglia Rosa, quando è già partita l'ascesa al monte Etna.

I corridori arrivano con una discreta visibilità. Le condizioni cambieranno drasticamente con 12 gradi di temperatura previsti e la possibilità di grandi umidità. Il gruppo apripista aumenta l'andatura con oltre 40 chilometri all'ora di media

Ore 16,00 Paternò è l'inizio della scalata verso l'Etna

Il giro sta passando sotto al Castello Normanno di Paternò, simbolo franco-inglese della città che si avvicina alla fase finale della gara.

Per salire i circa 25 chilometri di salita che dividono i corridori dall'arrivo occorrerà circa un'ora. Visibilità buona ma cielo coperto che accompagna la salita. Vicini alla salita verso l'osservatorio astronomico. Monte Vetore.

Ore 16,15 Ancora in fuga il gruppo, 17 squadre coinvolte

La RadioCorsa indica alle sue ammiraglie di chiudere il passaggio nel centro abitato dietro ai corridori.

Un fiume di spettatori sta aspettando la Maglia Rosa e si procede al rifornimento eccezionalmente con il caldo che sta aumentando in questo momento della gara. A 20 chilometri dal traguardo la temperatura si abbassa notevolmente fino a 15 gradi.

Ore 16,40 10 corridori davanti ad un minuto dalla Maglia Rosa

La salita verso l'Etna è nel pieno, l'andatura è molto elevata e si dimezza il gruppo. Alcuni corridori provano a salire in solitaria.

Ore 17,00 Chaves Rubio sale in solitaria a 5 chilometri dal traguardo

Ore 17,10 Chaves Rubio, è quasi fatta. Il colombiano arriva al traguardo con quasi venti secondi dagli inseguitori. La Maglia Rosa perde quasi 40 secondi.

Ore 17,20 Vince Chaves Rubio, Yates nuova Maglia Rosa con un allungo finale. Non regge Roan Dennis.