Ancora pochi giorni e poi RCS Sport darà il suo verdetto attesissimo per gli inviti al Giro d’Italia 2019 e alle altre corse di primavera come Milano Sanremo e Tirreno Adriatico. Il direttore del Giro Mauro Vegni ha annunciato che la scelta finale sarà fatta la prossima settimana, dal 14 al 20 gennaio. Già ora però si possono fare delle previsioni su quello che potrà succedere. Per la corsa rosa le wild card sono quattro, ma una è già stata assegnata d’ufficio alla Androni Sidermec come squadra vincitrice della Ciclismo Cup nella scorsa stagione.

Pubblicità
Pubblicità

Con tre posti ancora a disposizione e tre squadre Professional italiane in lizza potrebbe sembrare solo una formalità l’assegnazione su un criterio nazionalista, ma difficilmente andrà così.

Vegni: ‘Non saranno scelte semplici’

Il direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni ha annunciato che il momento delle scelte è ormai vicino. In una dichiarazione rilasciata a Tuttobiciweb Vegni ha confermato che, se non ci saranno problemi, l’ufficializzazione delle wild card avverrà la prossima settimana: “Il nostro obiettivo è quello di ufficializzare le nostre scelte per il Giro d’Italia, la Tirreno Adriatico e la Milano Sanremo nella settimana tra il 14 e il 20 gennaio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Non saranno scelte semplici” ha confermato il direttore della corsa rosa.

L’unica certezza al momento è la presenza della Androni Sidermec. La squadra di Gianni Savio ha puntato senza incertezze alla classifica della Ciclismo Cup, costruendo un organico ideale per primeggiare in questo ranking che dà diritto ad una wild card per il Giro dell’anno successivo. A RCS Sport restano quindi da distribuire altre tre wild card per completare l’elenco di 22 squadre (18 World Tour e 4 Professional) che correranno il Giro d’Italia 2019.

Pubblicità

Giro d’Italia, le insidie da Francia e Israele

In corsa per le tre wild card restanti di sono ovviamente le tre squadre Professional italiane, Bardiani - CSF, Nippo - Fantini - Faizanè e Neri Sottoli - Selle Italia - KTM. La Bardiani è sempre stata invitata negli anni scorsi grazie al suo progetto rivolto interamente a valorizzare i giovani del ciclismo italiano, ma stavolta potrebbe rischiare vista la partenza di Ciccone e i risultati modesti dell’ultima generazione di corridori lanciati al professionismo.

La Fantini è invece rimasta esclusa nelle ultime due edizioni, potrebbe beneficiare dell’arrivo di Moser e di una sorta di rotazione tra le squadre invitate ma anche pagare la pesante e poco qualitativa presenza giapponese nell’organico. La Neri ha un leader forte come Visconti e uno sponsor come Selle Italia legato da anni al Giro, ma complessivamente ha una squadra abbastanza modesta.

Negli anni scorsi RCS ha sempre assegnato una o due delle wild card a delle squadre straniere.

Pubblicità

Almeno una delle tre Professional italiane potrebbe quindi essere esclusa dal Giro d’Italia. in buona posizione tra le formazioni straniere ci sono la Israel Cycling Academy, che ha già ottenuto l‘invito nella scorsa edizione si è rinforzata con Cimolai e Minali, e la francese Direct Energie che ha ingaggiato tra gli altri anche Niccolò Bonifazio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto