La lottery che è andata in scena questa notte a Chicago ha portato con se delle sorprese. Il draft del 2019 è sicuramente uno dei più attesi degli ultimi 10 anni di NBA, data la presenza di Zion Williamson, proveniente dall'università di Duke e che molte riviste sportive hanno già descritto il nuovo "prescelto" della NBA.

La lottery è una tappa fondamentale per la ricostruzione delle squadre che non si sono qualificate ai playoff dato che un'eventuale prima scelta potrebbe portare nel proprio roster un giocatore in grado di ribaltare le sorti della squadra e di attirare le grazie di altre stelle All Star della lega.

Sorteggi

La lotteria per le scelte funziona in modo semplice e si basa su delle percentuali. Sono coinvolte tutte le squadre che non si sono qualificate per la fase finale della lega (i playoff), hanno la possibilità di essere estratte per aggiudicarsi le prime 10 scelte del draft 2019, ovvero possono scegliere tra i giovani provenienti dal college e dall'Europa.

Le squadre favorite per avere la scelta numero 1 di quest'anno erano ben 3: i New York Knicks, i Phoenix Suns e i Cleveland Cavaliers.

Le tre squadre sopra elencate avevano il 14% di prendere la prima scelta a testa. La lotteria ha però sorpreso tutti pescando il nome dei New Orleans Pelicans, che quindi si aggiudicano la prima scelta assoluta, che tutti i giornalisti danno per scontato, sarà Zion Williamson.

Conseguenze

Amaro in bocca dunque per Suns, Cavaliers e Knicks, sopratutto quest'ultimi che erano pronti ad affiancare al giovane talento di Zion, la classe di un veterano come Kevin Durant.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Basket

Ora il potere è in mano a New Orleans, che sicuramente ora ha un motivo per riuscire a trattenere la propria stella Anthony Davis, che già a Gennaio aveva annunciato di voler cambiare aria per cercare una squadra più competitiva e con ambizioni d'anello.

Oggi con l'arrivo di Zion, Davis potrebbe restare e affiancando entrambi ad un terzo big, NOLA potrebbe diventare una squadra pronta a lottare per un posto in post season, già dall'anno prossimo.

Amarezza anche in casa Lakers che avrebbero voluto poter mettere le mani sul talento di Zion per poterlo fare giocare insieme al vero Chosen One di Sports Illustrated ovvero il "King", Lebron James. Data la pessima stagione dei giallo-viola, i Lakers che sono in via di ricostruzione potranno invece scegliere solamente alla quarta pick.

Storia del draft

La storia però ci ha insegnato che non sempre la prima scelta assoluta è quella che si rivela vincente.

Ci sono infatti stati diversi casi in passato, nei quali la prima scelta non si è poi rilevata il successo tanto atteso. Come nel draft del 2007 quando i Portland Trail Blazer scelsero Greg Oden al posto del futuro NBA All Star e MVP Kevin Durant.

Quest'anno sembrerebbe però che la scelta di Zion sposterà quasi sicuramente gli equilibri della lega. Infatti persino ESPN e molti ex giocatori hanno dichiarato il 19enne Williamson come futura All Star della lega.

D'altronde nella storia del draft NBA alla numero 1 figurano molti campioni come: Magic Johnson, Hakeem Olajuwon, Patrick Ewing, David Robinson, Shaquille O'Neal, Allen Iverson, Tim Duncan e Lebron James.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto