Serena Williams è ancora in finale a Wimbledon. La fuoriclasse americana raggiunge la sua undicesima finale e, a quasi 38 anni, tenterà di raggiungere Margareth Smith Court che, con 24 titoli del Grande Slam, è in cima alla classifica delle tenniste più vittoriose di tutti i tempi.

Serena è riuscita a sorprendere tutti ancora una volta e, in questa occasione, ha zittito anche i più scettici che non l'avevano pronosticata in finale. In realtà, l'americana non era data in gran forma e nel 2019 aveva al suo attivo soltanto 16 incontri, l'ultimo dei quali era stato la sconfitta con Sofia Kenin nel terzo turno del Roland Garros.

Una fuoriclasse assoluta

Ma Serena è una delle più forti giocatrici di ogni epoca e non è una tennista che gioca per il puro gusto di partecipare. La più giovane delle Williams è ormai nell'Olimpo del Tennis e, quando nel 2017 è arrivata la notizia della sua gravidanza, era già a quota 23 titoli dello Slam. Ad un semplice, piccolo passo dalla signora Margareth Smith Court, meravigliosa giocatrice degli anni '60.

Era davvero difficile ipotizzare un ritorno di Serena dopo la nascita della sua bambina, ancor di più un ritorno ad altissimi livelli. Ma certe campionesse hanno davvero qualcosa in più e, nonostante un fisico un po' appesantito rispetto al passato e una carta d'identità non proprio favorevole, la campionessa statunitense è riuscita a tornare in finale di uno Slam già due volte: sabato avrà la terza occasione per agganciare la testa di questa speciale classifica.

Le finali 2018, perse a Wimbledon e New York, rispettivamente con Angelique Kerber e Naomi Osaka, sono state durissime da accettare, ma la tennista originaria del Michigan ha talento e grinta da vendere e ci riproverà affrontando un'altra ex numero 1.

Scontro tra ex numero 1

Sarà, infatti, la romena Simona Halep a sfidare la Williams sul Centre Court dell' All England Club e non sarà una finale per deboli di cuore.

La Halep è una tennista con un fisico "normale", senza colpi eclatanti ma con un buon rovescio, grande rapidità di piedi, tanta resistenza e, soprattutto, una grandissima intelligenza.

Durante e dopo l'escalation che l'ha portata in vetta alla classifica mondiale, Simona ha subito tre sconfitte in altrettante finali dello Slam, prima di coronare il suo sogno e vincere a Parigi nel 2018.

Avrà anche perso la prima posizione in classifica ma, in queste due settimane londinesi, la ragazza di Costanza ha dimostrato ancora di avere grande grinta e un'ottima condizione, tanto da sconfiggere grandi atlete come Azarenka e Svitolina e da rimandare a casa, senza discussione, la giovane stellina Gauff.

Il pronostico è per Serena

Potenza ed esperienza sono dalla parte di Serena e le quote, che la danno vincente a 1,53, dicono che è lei la favorita. Ma la Halep, quotata a 2,40, non ha quasi nulla da perdere e proverà la sorpresa cercando di allungare lo scambio e di far muovere il più possibile la campionessa statunitense.

La Williams ha già accarezzato il sogno del 24° titolo dello Slam ed entrerà in campo con grande grinta e concentrazione, ma anche con la paura di non riuscire a portare a casa per la terza volta il tanto desiderato titolo, che sarebbe anche il primo da mamma.

In un caso o nell'altro, sabato alle ore 15 assisteremo ad un grande momento per il tennis. Il raggiungimento di un traguardo storico o la consacrazione definitiva di una tennista fin troppo sottovalutata.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!