In un torneo che sta davvero sfuggendo a qualunque pronostico c'è quanto meno una certezza e si chiama Nole Djokovic. Il numero uno del mondo ha chiuso la movimentata giornata di Cincinnati riservata ai match degli ottavi di finale superando in due set lo spagnolo Pablo Carreño Busta con lo score di 6-3 6-4. Davvero pochi patemi per il serbo che mantiene dunque il ruolo di grande favorito, soprattutto adesso che anche Roger Federer è uscito di scena, eliminato a sopresa da Rublev.

Un torneo decisamente 'anarchico'

Sul match davvero poco da dire, Djokovic non ha avuto alcun problema a liquidare il 28enne tennista asturiano che ha comunque regalato qualche buon colpo, soprattutto nel secondo set. La freddezza e la superiorità di 'Djoker' sono state più che evidenti, finora, in questa edizione degli Open di Cincinnati: un set giusto per 'carburare' ai sedicesimi contro Sam Querrey, finito 7-5, poi una marcia regolare, senza strafare, in modo da riservarsi il meglio in una finale che, sebbene sia ancora lontana due match, in tanti danno per scontata.

La maggiore attrattiva di Cincinnati, la rivincita dell'epica finale di Wimbledon con Federer, è purtroppo sfumata grazie all'impresa di Andrey Rublev che ha vinto la 'partita della vita' contro 'King Roger', Rafa Nadal ha rinunciato al torneo, Dominic Thiem ha dato forfait per infortunio. Anche sforzandoci, dopo l'uscita di scena del fuoriclasse elvetico non riusciamo ad intravedere un tennista in grado di mettere in qualche modo di bastoni tra le ruote (sarebbe meglio chiamarli cingoli) di Nole.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tennis

Che poi questo sia un torneo assolutamente 'anarchico' è un dato di fatto: Tsitsipas, Zverev e Nishikori hanno salutato Cincinnati nei sedicesimi di finale; oltre al citato Federer, gli ottavi hanno lasciato per strada anche Karen Khachanov che era reduce dal surreale match contro il sempre più ingestibile Nick Kyrgios. Ad eliminare il russo è stato Lucas Pouille che adesso contenderà a Djokovic l'accesso alle semifinali.

Quarti di finale: si parte stasera con la sfida tra Bautista Agut e Gasquet

Il terz'ultimo atto dei Western & Southern Open, pertanto, prenderà il via oggi 16 agosto quando in Italia saranno le 19.00. I primi a scendere in campo saranno Roberto Bautista Agut, semifinalista all'ultimo Wimbledon, ed il redivivo francese Richard Gasquet. Lo spagnolo negli ottavi ha fatto fuori Miomir Kecmanovic lasciandogli appena due games, mentre per il transalpino che nel primo turno aveva eliminato Andy Murray c'è stato il successo in altrettanti set contro Schwartzman.

Il vincitore di questa sfida affronterà in semifinale il vincente di Yoshihito Nishioka vs David Goffin che si disputerà intorno alle 20.15. Quando in Italia sarà piena notte, invece, scenderanno in campo i protagonisti dell'altro lato del tabellone: l'atteso derby russo tra il 'giustiziere' di Federer, Andrey Rublev, contro il connazionale Daniil Medvedev (1.00 circa del 17 agosto, ora italiana), mentre la sfida tra Djokovic e Pouille si disputerà con inizio intorno alle 3.00.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto