Comunque vada, il 2019 andrà agli archivi come un anno positivo per il Tennis italiano e questo trend viene confermato anche al Masters di Shangai dove sono ben due gli azzurri nel tabellone dei primi otto ed a caccia di un posto in semifinale. Dopo Fabio Fognini che ha prevalso su Karen Khachanov, il terz'ultimo atto del torneo è diventato realtà anche per Matteo Berrettini che ha superato Roberto Bautista-Agust in due set, 7-6 6-4 lo score.

Per il giovane romano è un successo pesantissimo anche in ottica delle Atp Finals di Londra che in questo momento lo vedono virtualmente qualificato, considerato che lo spagnolo è un diretto concorrente nell'attuale situazione della 'Race to London'.

Berrettini potrebbe scavalcare Bautista-Agut

L'attuale ranking che conduce al prestigioso appuntamento londinese tiene conto dei punti raccolti nell'anno solare ed è dunque sostanzialmente diverso dal ranking Atp.

Berrettini occupava già l'ottavo posto prima di Shangai, ma le differenze con gli inseguitori sono comunque minime. Occorre mettere dentro più punti possibili ed è quanto il nostro portacolori sta facendo in Cina. Il successo su Bautista-Agust gli è valso 90 punti, allo stato attuale la classifica lo vede sempre in ottava posizione dietro allo spagnolo, quest'ultimo ha 2.485 punti contro i 2.365 di Berrettini che, se riuscisse nell'obiettivo delle semifinali battendo Dominic Thiem, ne guadagnerebbe 180, sorpassando di fatto il tennista iberico e mettendo una seria ipoteca sulla sua presenza a Londra.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tennis

La 'Race to London' aggiornata

Sono 4.100 i punti che consegnano la qualificazione automatica alle Atp Finals ed è un obiettivo già centrato da cinque giocatori. In testa alla Race to London c'è sempre Rafael Nadal a quota 9.225, lo spagnolo precede Novak Djoković con 7.945 punti, terzo Roger Federer con 5.600, quarto Daniil Medvedev a quota 5.055, mentre al quinto posto c'è Dominic Thiem con 4.435 punti.

Alla luce della qualificazione ormai aritmetica dei cinque tennisti citati, restano da assegnare altri tre posti: sembra scontato quello di Stefanos Tsitsipas a quota 3.460, seguono poi come abbiamo già anticipato Roberto Bautista-Agut con 2.485 punti e Matteo Berrettini a quota 2.365.

Fognini ancora in corsa

Altri tre tennisti sono comunque in piena corsa per entrare alle Atp Finals e tra questi c'è anche Fognini che ovviamente spera di andare ancora avanti a Shangai.

Al nono posto della classifica c'è Alexander Zverev con 2.345 punti, decimo David Goffin con 2.325 ed undicesimo, appunto, Fabio Fognini a quota 2.235. Il Masters di Shangai è dunque di fondamentale importanza per entrambi i nostri portacolori, il sogno è quello di vederli entrambi alle Atp Finals: sarebbe un evento storico considerato che le nostre partecipazioni a quello che un tempo si chiamava 'Masters' sono contate sulle dita di una mano, ovvero Adriano Panatta nel 1975 e Corrado Barazzutti nel 1978 per quanto riguarda il singolare, mentre per il doppio abbiamo avuto Fabio Fognini e Simone Bolelli nel 2015.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto