Dopo un solo anno con il main sponsor Neri Sottoli la squadra diretta da Angelo Citracca si prepara ad una nuova pagina della sua storia. Dal 2020 il team Professional che ha in Giovanni Visconti il suo leader riconosciuto sarà registrata con il nome di Vini Zabù KTM.

Vini Zabù è un marchio che fa parte del gruppo Farnese, già presente negli anni scorsi nel grande ciclismo, anche con la stessa formazione di Citracca. KTM è invece il costruttore di biciclette austriaco che dalla passata stagione è al fianco del team toscano ed ora assume il ruolo di secondo sponsor.

Citracca: ‘Speriamo nell’invito al Giro’

La Vini Zabù KTM nasce con molte novità rispetto alla vecchia Neri Sottoli. Il leader resta Giovanni Visconti, ma al suo fianco buona parte dell’organico è stato rinnovato, anche a causa delle incertezze che hanno portato infine a questo cambio di sponsor. Alcuni dei corridori migliori, come Simone Velasco e Davide Gabburo, se ne sono andati lasciando spazio a tanti neoprofessionisti, solo alcuni dei quali sembrano avere delle buone credenziali per costruirsi una carriera interessante.

In ammiraglia restano i tecnici Luca Scinto, Francesco Frassi, Luca Amoriello e Tomas Aurelio Gil Martinez, a guidare la squadra in una stagione in cui l’obiettivo principale è tornare al Giro d’Italia e mettersi in evidenza su quello che è il palcoscenico più importante del nostro Ciclismo.

L'allora Neri Sottoli rimase infatti esclusa dalle wild card distribuite dall’organizzazione per il Giro 2019, ma stavolta sembra avere buone chance di spuntarla.

Gli inviti per le formazioni Professional sono tre e dopo la rinuncia dei francesi di Total Direct Energie, che vantavano il diritto di occupare uno di questi posti, RCS Sport sembra orientata a chiamare le tre squadre italiane.

“Speriamo nell’invito al Giro d’Italia, ci è dispiaciuto molto mancare l’edizione 2019 e vorremmo tornare alla corsa rosa per onorarla e far contenti i nostri sponsor” ha dichiarato Citracca.

Dodici nuovi corridori

L’organico della Vini Zabù KTM sarà composto da venti corridori, tra i quali ben dodici sono nuovi arrivi. Solo tre di questi hanno un passato in squadre World Tour o Professional, mentre tutti gli altri arrivano da formazioni Continental o dal mondo dilettantistico.

I più sperimentati sono due ritorni, Matteo Busato e Luca Wackermann. Il 32enne Busato ha vissuto i suoi anni migliori alla corte di Citracca, allora Southeast e Wilier, cogliendo anche dei podi al Trofeo Laigueglia e al Memorial Pantani.

Wackermann è un talento mai esploso completamente tra i professionisti, passato nella Southeast già nel 2015. Il terzo corridore d’esperienza del rinnovamento imposto dalla Vini Zabù KTM è Andrea Garosio, 26 enne bresciano quest’anno alla Bahrain Merida dove ha corso anche il Giro d’Italia tra i gregari di Nibali.

Gli altri nove arrivi sono tutti volti nuovi per il ciclismo di questo livello. Ci saranno il serbo Veljko Stojnic e il lussemburghese Jan Petelin, insieme ai giovani azzurri Mattia Bevilacqua, Gianmarco Begnoni, Andrea di Renzo, Alessandro Iacchi, Leonardo Tortomasi, Matteo De Bonis e Andrea Bartolozzi.

I corridori della Vini Zabù KTM 2020

  • Andrea Bartolozzi
  • Gianmarco Begnoni
  • Liam Bertazzo
  • Mattia Bevilacqua
  • Simone Bevilacqua
  • Manuel Bongiorno
  • Matteo Busato
  • Matteo De Bonis
  • Andrea Di Renzo
  • Lorenzo Fortunato
  • Andrea Garosio
  • Roberto Gonzalez
  • Alessandro Iacchi
  • Umberto Marengo
  • Jan Petelin
  • Veljko Stojnic
  • Leonardo Tortomasi
  • Etienne Van Empel
  • Giovanni Visconti
  • Luca Wackermann
  • Edoardo Zardini.
Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la pagina Vino
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!