Rafa Nadal ha vinto l'edizione 2019 del Mubadala World Tennis Championship al termine di una splendida finale contro Stefanos Tsitsipas. Ci sono voluti tre set, di cui ben due terminati al tie-break, in 3h15' di gioco per assegnare il trofeo. Un torneo non ufficiale che, però, ha regalato ai tifosi una finale splendida tra due giocatori in ottima forma. Nadal si conferma il più forte, ma il greco non esce affatto ridimensionato da Abu Dhabi.

Gran bel tennis nel primo set, Tsitsipas se lo aggiudica al tie-break

Tsitsipas tiene il servizio senza alcun problema nel gioco d'apertura e sfiora il primo colpaccio nel secondo dove Nadal concede due palle-break che, successivamente, neutralizza ed esce da una situazione complicata pareggiando il conto. Un copione che tiene banco anche nei quattro giochi successivi, il greco è impeccabile alla battuta mentre Rafa continua a sbagliare troppo, ma finisce per recuperare: nei due turni di battuta, infatti, il numero uno del mondo concede altre cinque palle-break complessive, ma riesce sempre a salvarsi.

Dopo i primi otto game che si svolgono seguendo i turni di battuta, Nadal va a prendersi il break nel nono e sale sul 5-4 andando a servire per il set. La reazione di Tsitsipas è però straordinaria, il giovane ateniese va a recuperare ai vantaggi il break pareggiando il conto sul 5-5. Entrambi poi mantengono il servizio aprendo le porte al tie-break dove Stefanos parte benissimo mettendo il naso avanti sul 4-1.

Nadal è in difficoltà, ma reagisce da campione qual'è e va ad accorciare le distanze con un mangnifico smash. Successivamente, sul 5-2 per il greco, il giudice di linea segna out una palla sulla riga e penalizza in tal modo lo spagnolo: il punto si rigioca, ma Nadal riesce ancora a recuperare. Tuttavia non può nulla sullo scambio successivo, Tsitsipas chiude il punto decisivo e vince il primo set con lo score di 7-6.

Il greco su livelli altissimi, ma poi regala il secondo set a Rafa

L'avvio del secondo parziale vede entrambi i tennisti più solidi in battuta. Il livello in tal senso continua ad essere altissimo, Tsitsipas gioca alla pari con Nadal, anche nel quarto game quando riesce a togliere le castagne dal fuoco e tiene il servizio ai vantaggi portando lo score sul 2-2. Pochissimi errori da una parte e dall'altra, è una splendida battaglia ad Abu Dhabi dove il greco ribatte colpo su colpo: al gioco perfetto di Rafa che lo lascia a zero nel settimo gioco, Stefanos risponde con quattro prime vincenti che gli permettono l'aggancio sul 4-4.

Il match prosegue su questa falsariga, Nadal va in difficoltà nel nono game sul suo turno di battuta ma riesce a mantenersi aggrappato al suo servizio andando sul 5-4, puntuale arriva il pareggio di Tsitispas che tiene la battuta a zero. L'undicesimo gioco è assolutamente fantastico, i due protagonisti sul campo danno luogo ad alcuni colpi di gran classe ed a prevalere è l'esperienza del numero uno del mondo che si garantisce quanto meno il tie-break sul 6-5. Qui Tsitsipas ci mette del suo nel bene e nel male nel momento in cui il gioco si trascina ai vantaggi: prima ottiene il vantaggio interno con un serve and volley assolutamente siderale, poi commette un doppio fallo dà il via libera a Nadal che va a prendersi break e set sul 7-5.

Nadal la spunta al tie-break

Nel primo game del terzo set, Tsitsipas inizia a dare segni di nervosismo: il greco ottiene due palle-break che fallisce puntualmente negli scambi successivi. Nadal va sul vantaggio interno ed il suo giovane avversario spacca la racchetta ottenendo un warning, alla fine lo spagnolo tiene il servizio. La partita poi prosegue sempre su ritmi altissimi, ci potrebbe essere una svolta nel sesto game quando sul punteggio di 3-2 Nadal va a prendersi il break con la possibilità di allungare in maniera decisiva sull'avversario. La risposta di Stefanos è però ancora una volta da grande campione, l'ateniese piazza il controbreak e, immediatamente dopo, tiene il servizio a zero recuperando i due giochi di svantaggio: siamo sul 4-4.

Si procede poi nuovamente in base ai turni di servizio fino al 6-6, sarò dunque il tie-break ad assegnare l'edizione 2019 del Mubadala World Tennis Championship. La spunta Nadal con la consueta freddezza e lucidità che lo caratterizza nei momenti che contano, regalandosi dunque un ulteriore trofeo in questo scorcio finale dell'anno. Onore delle armi a Tsitsipas che conferma le sue incredibilità qualità e la promessa di tentare nel 2020 l'assalto alle prime posizioni del ranking.

Segui la pagina Tennis
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!