Se il ritorno alle corse appare ancora molto lontano e carico di incognite, nel mondo del Ciclismo c’è chi si sta impegnando ugualmente in pedalate lunghissime, magari sostenuto da una motivazione extra. Remco Evenepoel, la stella nascente del ciclismo belga, ha lanciato un’idea ai suoi followers, accettando di sostenere delle sfide da loro proposte. Il progetto ha un fine benefico ed è già iniziato con una prima epica pedalata che ha impegnato il Campione Europeo a cronometro per quasi dieci ore nella giornata di domenica. Evenepoel ha condiviso la sua avventura sui social partendo già dai preparativi e suscitando grande interesse e curiosità sui social network.

Il pieno di carote alla vigilia

In questo periodo di emergenza sanitaria anche il mondo del ciclismo si è mobilitato in diversi modi per raccogliere fondi ed aiutare chi lotta contro il virus. Alcuni campioni, come Vincenzo Nibali e Alberto Contador, hanno messo all'asta alcune biciclette usate in corse vittoriose. Altri, come Geraint Thomas e Remco Evenepoel, hanno accettato di pedalare per distanze lunghissime per sensibilizzare gli appassionati alle donazioni.

Il progetto lanciato da Evenepoel si è rivelato particolarmente curioso. Il corridore della Deceuninck Quickstep ha chiesto ai suoi followers di proporgli delle sfide in bicicletta, e la prima è stata quella di percorrere in solitudine 300 chilometri in un’unica uscita.

Evenepoel ha accettato la sfida, che si è svolta domenica scorsa, e già dal sabato sera ha pubblicato sui social alcuni post per far vivere ai followers i preparativi per questo super allenamento.

Il 20enne belga ha condiviso il menu della sua cena di sabato, comprendente riso, bistecca e una porzione più che abbondante di carote.

In molti si sono chiesti il perché di questo pieno di carote ed Evenepoel ha risposto in maniera scherzosa: “Le carote fanno molto bene ai tuoi occhi (mi disse una volta un medico). Gli ho chiesto perché e lui mi rispose: bene giovanotto, hai mai visto un coniglio con gli occhiali?”.

Remco Evenepoel: ‘Con queste sfide resto motivato’

Domenica Remco Evenepoel è partito per la sua sfida ed è riuscito a completare i 300 chilometri in nove ore e quaranta minuti. Il corridore belga ha diffuso tante altre foto della sua giornata, come il saluto alla fidanzata Oumi a 30 chilometri dall'arrivo, e quelle della cena post allenamento. Una volta arrivato a casa Evenepoel ha trovato ad attenderlo un piatto di penne preparato dalla mamma e un gelato.

Il Campione Europeo a cronometro ha spiegato che continuerà con queste sfide una volta alla settimana per raccogliere fondi “e sostenere ospedali, operatori sanitari e coloro che contribuiscono alla lotta contro il virus scoppiato a livello mondiale.

Questo tipo di sfida mi permette anche di rimanere motivato” ha raccontato il giovane campione della Deceuninck Quickstep.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!