È un Egan Bernal più consapevole e affamato che mai quello che si sta avvicinando alla ripresa della stagione agonistica del Ciclismo professionistico, prevista per il mese di agosto. Il giovane campione colombiano sta lasciando sempre più da parte le banali dichiarazioni di comodo, facendo vedere oltre alla sua consueta umiltà anche una determinazione quasi feroce nel perseguire i propri obiettivi. Dopo aver sfidato apertamente i compagni-rivali Chris Froome e Geraint Thomas per la leadership del Team Ineos, Bernal ha promesso un grande spettacolo al prossimo Tour, accostando anche la vittoria ad una droga.

Egan Bernal: 'Niente è come vincere il Tour'

Egan Bernal è già caldo e pronto per la sfida che lo attende tra la fine di agosto e il mese di settembre, quando dovrà difendere la maglia gialla conquistata un anno fa al Tour de France. Per lo scalatore colombiano la gara sarà doppia, visto che prima ci sarà da vincere la rivalità interna con Chris Froome e Geraint Thomas, gli altri campioni del Team Ineos che puntano anch'essi a conquistare il ruolo di leader della squadra e poi la maglia gialla. Ma se i due esperti britannici pensavano di mettere in mezzo il giovane compagno che in passato appariva tanto umile e modesto da sfiorare la remissività, dovranno ricredersi.

La vittoria allo scorso Tour de France e la considerazione di cui gode in seno alla squadra, sembra aver dato a Bernal una consapevolezza completamente nuova, tanto da lanciarsi in accostamenti un po’ arditi e in proclami di vittorie e prestazioni memorabili.

In un’intervista a France Sport Tv, lo scalatore colombiano ha dichiarato che “il Tour de France è come una droga, se lo vinci una volta poi vuoi vincerlo ancora, e un’altra ancora. Non c’è niente come vincere il Tour, quello che segue è vincerne un altro. Quando l’hai provato ne vuoi di più, sempre di più, non ne hai mai abbastanza”, ha dichiarato Bernal.

'Darò il meglio di me'

Il corridore della Ineos ha raccontato di voler segnare la storia del Tour de France: “Quando lo vinci una volta, vuoi vincerlo la seconda, poi la terza, stabilire un record”, ha dichiarato Bernal, che stopperebbe così il progetto del compagno – rivale Chris Froome che sta sognando la quinta maglia gialla per raggiungere Merckx, Hinault, Anquetil e Indurain in testa alla classifica dei plurivittoriosi di tutti i tempi.

Bernal ha anche dato appuntamento ai suoi tifosi promettendo una prestazione super per riconquistare la maglia gialla. “Farò lo spettacolo che il pubblico si aspetta e sarò all’altezza della corsa. Darò il meglio di me, il meglio di Egan Bernal”, che a conferma di questa sua trasformazione ha ricordato come a 16 anni dubitasse fortemente di avere le qualità per diventare un ciclista professionista.

Il campione colombiano ha anche confermato il suo programma di corse, tutto francese, per questa stagione così particolare. Bernal si sta allenando nel suo paese e tornerà in Europa verso metà luglio. Debutterà alla Route d’Occitanie, dal 1° al 4 agosto, per poi prendere parte al Tour de l’Ain e al Delfinato nel suo percorso di avvicinamento al Tour de France.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!