Gli oltre tre mesi senza corse non sembrano pesare sulle gambe e sulle motivazioni di Philippe Gilbert. Il Campione del Mondo di Valkenburg 2012 si è inventato una nuova sfida sulle strade dove è cresciuto, sulla mitica salita della Redoute, simbolo della Liegi Bastogne Liegi. Gilbert ha dato l’assalto alla leggendaria cote durante le riprese per la realizzazione di un documentario e ha segnato il nuovo record di scalata con una prestazione davvero notevole. Il campione arrivato quest’anno alla Lotto Soudal ha caricato i dati dell’impresa sull’app Strava, rendendo così pubblici tutti i parametri raggiunti nella sua scalata da record.

Philippe Gilbert, 17 secondi meglio di Bardet

Nonostante la lunga sosta per l’emergenza sanitaria, Philippe Gilbert ha già corso molto in questa stagione. L’ex iridato ha debuttato con la nuova maglia della Lotto Soudal alla Volta Comunitat Valenciana per correre poi la Volta Algarve, l’apertura del calendario belga alla Het Nieuwsblad e infine la Parigi Nizza. Gilbert ha poi passato il periodo di isolamento a Montecarlo, dove vive da anni, riprendendo infine a pedalare a metà maggio.

Il lungo periodo senza uscite in bicicletta non ha però bagnato le polveri del vincitore dell’ultima Parigi Roubaix. Nei giorni scorsi Gilbert è tornato sulle strade in cui è cresciuto per realizzare delle riprese che saranno poi utilizzate per montare un documentario sulla sua vita.

Nel cuore delle Ardenne, dove il Ciclismo è una fede più che una passione, il corridore della Lotto ha sfidato la leggendaria salita della Redoute, luogo iconico per eccellenza della campagna del nord e punto simbolo della Liegi Bastogne Liegi, che inizia proprio dal suo paese, Remouschamps. Insieme al fratello Jerome, che ha corso per qualche anno tra i professionisti ma senza lasciare traccia, Gilbert ha dato l’assalto alla Redoute per stabilire il nuovo record di scalata ed è riuscito nel suo intento.

Il vincitore della Liegi 2011 ha dato una poderosa spallata al limite che apparteneva a Romain Bardet, abbassando il tempo del corridore francese di ben 17 secondi.

Sulla Redoute a quasi 21 di media

Philippe Gilbert ha poi caricato il file della sua scalata su Strava, l’app usata da professionisti e cicloamatori per tracciare i propri allenamenti.

Dai dati emerge il livello del risultato segnato dal campione belga. La salita della Redoute misura 1,54 km, con una pendenza media del 10% e punte che superano anche il 20%. Gilbert è riuscito a salire con un tempo di 4’25’’, contro il 4’42’’ di Bardet che rappresentava finora il tempo migliore sulla salita simbolo della Liegi.

Il campione della Lotto Soudal ha scalato la Redoute al una velocità media di 20.9 km/h, con una punta che ha sfiorato i 40 all’ora. La cadenza media di pedalata è stata di 80 al minuto, con una frequenza cardiaca media di 166 e massima di 175. per segnare questo tempo Philippe Gilbert ha sprigionato una potenza media di ben 526 watt, con un picco di 811.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!