Con l’avvicinarsi della ripresa della stagione del Ciclismo, fissata per il 1° agosto con la Strade Bianche, cominciano a delinearsi anche i nuovi programmi ridisegnati dalle squadre. La UAE Emirates ha presentato il suo piano per i grandi giri, che vedrà ruotare i suoi tanti campioni nelle tre corse a tappe, quest’anno più ravvicinate che mai. Al Tour de France sarà attesissimo Tadej Pogacar, uno dei fenomeni emergenti del ciclismo, affiancato da Fabio Aru. Al Giro d’Italia invece la UAE penserà soprattutto alle vittorie di tappa, sia nelle volate che nelle frazioni intermedie.

UAE Emirates, al Tour per classifica e tappe

Lo stravolgimento del calendario del ciclismo professionistico a causa dell’emergenza sanitaria ha consigliato alla UAE Emirates alcuni importanti cambiamenti rispetto ai piani preparati nello scorso inverno. La squadra diretta da Mauro Gianetti ha ufficializzato l’ossatura delle formazioni che saranno schierate a Giro, Tour e Vuelta. La novità più importante è la presenza di Alexander Kristoff al Tour de France invece che al Giro d’Italia, scambiando di fatto le posizioni con Fernando Gaviria, che invece è stato spostato nel roster della corsa rosa.

Questo cambio di programma si è reso necessario per la sovrapposizione tra le classiche del nord e il Giro d’Italia, entrambe nel calendario personale del norvegese prima del blocco dell’attività.

Kristoff e la UAE hanno deciso di dare la priorità alle classiche, alla campagna del pavè in cui il norvegese ha sempre ottenuto grandi risultati come la vittoria alla scorsa Gand Wevelgem.

La squadra per il Tour de France, in programma dal 29 agosto al 20 settembre, vedrà Alexander Kristoff come uomo per puntare ad una vittoria di tappa, mentre Fabio Aru e Tadej Pogacar saranno i capitani per la classifica, supportati da Formolo e De la Cruz.

Il debutto del ventunenne Pogacar al Tour sarà da seguire con grande interesse dopo il formidabile terzo posto della scorsa Vuelta Espana, quando lo sloveno si rivelò tra i fenomeni nuovi del ciclismo.

Gaviria dirottato al Giro d’Italia

La conseguenza dello spostamento di Kristoff dal Giro al Tour è il percorso inverso che seguirà il programma stagionale di Fernando Gaviria.

La UAE ha deciso di non portare entrambi i suoi velocisti al Tour, ma di dividerli per dare ad entrambi più spazio personale e cercare di raccogliere il maggior numero di vittorie. Gaviria sarà quindi alla guida della UAE Emirates per il Giro d’Italia, dove la squadra sarà fortemente orientata alle sue volate, con la presenza di Richeze e Molano per guidarlo nei finali di corsa. Il roster per la corsa rosa, in programma dal 3 al 25 ottobre, è già stato quasi interamente delineato e conterà anche su un classico cacciatore di tappe come Diego Ulissi oltre che su Valerio Conti, Joe Dombroswki e un giovane talento molto promettente, l’americano Brandon McNulty. Rispetto a quella del Tour sarà una squadra più votata alle vittorie di tappa e senza particolari velleità di classifica generale.

Alla Vuelta Espana, in calendario dal 20 ottobre all'8 novembre, invece si ripresenterà Fabio Aru, affiancato da altri due reduci del Tour, Formolo e De la Cruz, oltre che da Rui Costa e dal giovane velocista belga Jasper Philipsen, altro talento emergente su cui la UAE punta molto.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!