Che Ufc 254 potesse essere un appuntamento da ricordare erano in molti a pensarlo alla vigilia dell'atteso evento. Effettivamente ciò che ha avuto luogo ad al Flash Forum di Abu Dhabi resterà nella memoria degli appassionati di MMA (mixed martial arts) negli anni a venire. Nella giornata di sabato 24 ottobre 2020 l'imbattuto Khabib Nurmagomedov ha infatti annunciato il suo ritiro dalle scene, dopo aver difeso il suo titolo dall'assalto dello statunitense Justin Gaethje.

Khabib, l'ultimo trionfo: si ritira da imbattuto

Ad Abu Dhabi il 32enne del Daghestan (Russia), terra a cui è molto legato, ha impiegato due round ad avere la meglio del temibile sfidante Gaethje, un anno più giovane.

Khabib ha chiuso la contesa con una sottomissione dopo 1 minuto e 34 secondi del secondo round, chiudendo l'avversario con una presa a triangolo al collo. Gaethje, mai domo, non ha voluto cedere, ma alla fine è svenuto a causa della forza della presa di Khabib. L'arbitro ha così dichiarato la fine dell'incontro, decretando l'ennesima vittoria dell'atleta russo.

Khabib Nurmagomedov non esplode di gioia subito dopo la fine dell'incontro, il ventinovesimo successo di una carriera che non la ha mai visto soccombere a nessun avversario. In un primo momento è forse la preoccupazione verso l'avversario svenuto a tenere sulle spine il vincitore dell'incontro, che poco dopo si riversa sul tappeto e si lascia andare alle lacrime.

Appare chiaro che Khabib stia pensando al padre Abdulmanap, morto il 3 luglio scorso. Per lui, che fino ad allora ha condiviso ogni istante della sua carriera col proprio padre, essere lì a combattere per la prima volta senza la sua preziosa guida non deve essere stato facile. Passano pochi minuti e Khabib interviene nella consueta intervista dopo-match, annunciando al mondo quello che il pianto a dirotto di poco prima aveva fatto presagire.

"Non volevo più tornare in un ottagono dopo la morte di mio padre. Ho promesso a mia madre che questo sarebbe stato il mio ultimo match e intendo mantenere la parola data", le parole con cui "The Eagle" annuncia il suo ritiro dall'attività agonistica. Un ritiro che avviene nel periodo migliore della sua carriera da atleta ma probabilmente nel periodo più buio nella vita del Khabib uomo, vittima di un dolore troppo grande per pensare di poter rientrare ancora una volta in gabbia.

Non solo Khabib: i risultati della main card di Ufc 254

L'inaspettato annuncio del ritiro di Khabib Nurmagomedov oscura in parte quella che è stata un'altra grande vittoria dello stesso, capace di sbrigare con apparente facilità anche la pratica Gaethje. Nel corso della serata ci sono stati altri match interessanti, come da tradizione degli eventi numerati Ufc. La serata di Abu Dhabi ha segnato il ritorno in gabbia dell'ex campione dei medi Robert Whittaker, uscito vincente dallo scontro con Jared Cannonier con una vittoria unanime ai punti.

Nell'altro scontro tra pesi medi Phil Hawes ha vinto per ko al primo round contro Jacob Malkoun. Serata da incorniciare per altri due atleti russi, che hanno portato a casa due vittorie per ko con il massimo Alexander Volkov, impostosi su Walt Harris, e il mediomassimo Magomed Ankalaev, vincente su Ion Cutelaba.

Vittoria per sottomissione per Lauren Murphy su Liliya Shakirova.

Segui la nostra pagina Facebook!