Il ciclomercato ha ormai concluso la maggior parte delle trattative in vista della stagione 2021. Diverse squadre del World Tour sono già al completo e le altre hanno solo pochi posti da riempire per chiudere l’organico. Come sempre c’è stato un forte rimescolamento di nomi, tra i giovani che saranno al debutto, i corridori che si sono messi in evidenza nelle squadre più piccole ed hanno ottenuto una chance nel grande Ciclismo, e quelli che invece non hanno ottenuto la fiducia per un rinnovo di contratto. Per questo tra i ciclisti che in questo 2020 hanno corso in team World Tour ce ne sono ancora più di cinquanta che non hanno nessun contratto per la prossima stagione e a questo punto del mercato rischiano di dover scendere di categoria o addirittura di chiudere la carriera.

Ciclismo, Cavendish il più titolato dei corridori a spasso

In questa lunghissima lista di corridori ancora a spasso il nome più prestigioso è certamente quello di Mark Cavendish, 35 anni e 150 vittorie in carriera.

Il campione britannico, che nelle ultime due stagioni non è più riuscito a vincere nessuna corsa dopo essere stato debilitato dal virus di Epstein Barr, aveva annunciato l’addio al ciclismo al termine della scorsa Gand Wevelgem.

L’ex iridato ha poi ritrattato quella dichiarazione spiegando di voler ancora continuare, ma non sembra aver ottenuto fiducia dal Team Bahrain, anche a causa dell’uscita di scena del secondo sponsor McLaren che lo aveva fortemente voluto. Cavendish è stato accostato nelle scorse settimane anche alla Deceuninck Quickstep, team con cui ha ottenuto grandi successi dal 2013 al 2015, ma ad oggi non ha firmato nessun contratto e non è chiaro se continuerà la sua carriera o si ritirerà.

Gasparotto per l’esordio olimpico

La lista di corridori senza squadra comprende tanti nomi di grande esperienza, come Enrico Gasparotto.

Il 38enne friulano ha acquisito la cittadinanza svizzera un anno fa e sperava di chiudere la carriera in questa stagione coronando il sogno della partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo. Lo spostamento dell’appuntamento a cinque cerchi per l’emergenza sanitaria ha fatto cambiare progetto a Gasparotto, che conta di trovare una squadra per correre un’ultima stagione e prendere parte ai Giochi.

Tra coloro che non hanno ancora firmato il nuovo contratto per il 2021 ci sono anche alcuni grandi protagonisti di quest’ultima stagione, su tutti Filippo Ganna e Michal Kwiatkowski. Per loro però si tratta di una formalità non ancora completata che porterà al rinnovo con il Team Ineos.

Tra i corridori di spessore che sono invece a caccia di una squadra figurano Laurens de Vreese (Astana), Grega Bole e Luka Pibernik (Team Bahrain), Jay McCarthy e Pawel Poljanski (Bora hansgrohe), Guillaume van Keirsbulck e Francisco Ventoso (CCC), Jesper Hansen e Julien Vermote (Cofidis), Jonathan Caicedo (EF), Leonardo Baso e Jhonatan Narvaez (Ineos), Daniel Navarro (Israel), Bert Jan Lindeman (Jumbo Visma), Sander Armèe (Lotto Soudal), Carlos Betancur (Movistar) e Robert Power (Sunweb).

Molto complessa resta la situazione della Qhubeka Assos, la nuova denominazione assunta dalla NTT. Oltre a Gasparotto ci sono infatti molti altri corridori del team sudafricano in sospeso tra un possibile rinnovo e la ricerca di una nuova sistemazione, come Dyball, Van Rensburg, Iribe, Mader, Thomson e Wyss. Ci sono tante posizioni da definire anche nella UAE Emirates. Oltre a Fabio Aru, che potrebbe accettare la proposta della Qhubeka Assos o scendere nella categoria Professional, non hanno ancora rinnovato Henao, i fratelli Oliveira, Laengen, Molano, Mirza e Polanc.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!