Nel futuro di Deontay Wilder sembra esserci una sola certezza: non potrà combattere per la terza volta contro l'uomo che lo ha detronizzato lo scorso febbraio. Tyson Fury ha ribadito la sua intenzione di ''guardare oltre'' nonostante la clausola di rematch, dovrebbe difendere il suo titolo mondiale dei pesi massimi versione Wbc il mese prossimo, si parla indicativamente del 5 dicembre e l'avversario potrebbe essere Agit Kabayel. L'impressione è che lo staff del britannico non voglia mettere a rischio la possibilità del ''big-match'' contro Anthony Joshua che potrebbe disputarsi l'anno prossimo, naturalmente tutti i tasselli devono andare al posto giusto e, dunque, entrambi i pugili devono uscire vincitori dalle prossime difese del titolo (AJ combatte contro Kubrat Pulev il prossimo 12 dicembre).

A Wilder non resta altro da fare che tornare in palestra e riprendere a combattere in attesa di una nuova chance, consapevole che a 35 anni non può avere ancora una carriera lunghissima. L'ex campione dei pesi massimi è stato ospite in collegamento con il podcast di Brian Custer e, dopo aver ribadito la sua rabbia nei confronti di Fury, ha indicato come gennaio o febbraio il periodo del suo ritorno sul ring, esponendo anche una virtuale lista di avversari: tra questi spiccano Dillian Whyte e anche l'ex campione del mondo Andy Ruiz.

'Voglio Whyte, lui è ossessionato da me'

"Non starò certamente seduto ad attendere che 'il codardo' (Tyson Fury, ndr) accetti di battersi ancora con me", ha specificato Wilder, evidenziando al conduttore "potrai vedermi nuovamente sul ring tra la prima settimana di gennaio e la prima di febbraio, stiamo esaminando una lista di possibili avversari".

Il pugile originario dell'Alabama li elenca: "Dillian Whyte sarebbe una delle possibilità, potrei avere anche Andy Ruiz o Robert Helenius. Oppure Joseph Parker o Oleksandr Usyk". Se dipendesse esclusivamente da lui, vorrebbe affrontare Whyte. "Voglio Whyte - ripete tre volte - perché lui è ossessionato da me. Si comporta come se avessimo avuto qualcosa di grave e non riesce a dimenticarlo".

Whyte o Usyk, sfide poco fattibili

L'elenco stilato da Wilder viene preso in esame in un articolo pubblicato sulla testata specializzata Boxingnews24 dove Charles Brun considera Dillian Whyte e Oleksandr Usyk ipotesi poco realizzabili per il Bronze Bomber. Il britannico deve affrontare il rematch contro Alexander Povetkin valido per il titolo ad interim dei pesi massimi versione WBC che sancisce il primo sfidante alla corona mondiale.

Il russo lo ha già battuto e Brun è convinto che Whyte perderà ancora. "Se perde una seconda volta, per Wilder non avrebbe senso affrontarlo", scrive, mentre ritiene che Usyk difficilmente combatterà contro il Bronze Bomber essendo sfidante obbligatorio per il titolo Wbo detenuto da Joshua. Un match molto credibile, invece, sarebbe contro Andy Ruiz che sorprese il mondo nel giugno 2019 infliggendo a Joshua un durissimo ko. Il pugile californiano avrebbe poi perso i titoli nel rematch, ma di certo il suo ritorno sul quadrato contro un altro ex campione mondiale sarebbe di grande richiamo per i fan della Boxe, purtroppo solo per tv e servizi di streaming visto che l'ipotesi di far tornare il pubblico nelle arene è, in questo momento, una chimera.

Segui la nostra pagina Facebook!