Il 2021 del Ciclismo si è aperto con una spettacolare gara di ciclocross a Baal, in Belgio. Nel Gp Sven Nys i grandi specialisti della disciplina si sono sfidati in una gara entusiasmante che ha visto il successo del campione del mondo Mathieu Van der Poel. Il fuoriclasse olandese ha forzato l’andatura dopo metà corsa, inseguito vanamente prima da Tom Pidcock e poi da Wout van Aert, il rivale di sempre che ha tardato un po’ nella sua reazione e si è dovuto accontentare della seconda piazza.

Gp Sven Nys sotto il sole

L’inizio dell’anno nuovo è stato salutato da una benagurante giornata di sole sul tracciato di Baal, teatro dell’attesa sfida del Gp Sven Nys.

Al via della corsa intitolata ad uno dei più grandi ciclocrossisti della storia si sono presentati al via tutti i migliori specialisti, dall’iridato Van der Poel al suo classico rivale van Aert, fino al rientrante campione europeo Eli Iserbyt, fermato la scorsa settimana da un infortunio al gomito.

Su un circuito molto bello, tecnico ed equilibrato fra tratti più veloci e altri più fangosi, la sfida si è fatta incerta ed entusiasmante. Dopo un avvio veloce da parte di Van Kessel e Hermans sono stati i quattro campioni più attesi alla vigilia a portarsi al comando: Mathieu Van der Poel, Wout van Aert, Eli Iserbyt e Tom Pidcock. Quest’ultimo ha comandato a lungo le operazioni nelle fasi iniziali e centrali, ma il ritmo è poi calato consentendo il rientro di Michael Vanthourenhout.

Van der Poel è rimasto guardingo fino a metà corsa per poi aprire il gas all’inizio del quinto dei sette giri in programma. Il campione olandese ha approfittato anche della posizione un po’ arretrata occupata in quel frangente da van Aert, ed è riuscito a guadagnare qualche secondo di vantaggio.

Sesta vittoria stagionale per l’iridato

Vanthourenhout, che si trovava alle spalle di Van der Poel al momento dell’attacco, ha presto perso terreno, lasciando Pidcock all’inseguimento del Campione del Mondo.

Il giovane britannico non è però riuscito a tenere testa al fuoriclasse olandese ormai lanciatissimo, ed anche il tentativo di rimonta di van Aert si è rivelato tardivo. Il belga è stato protagonista di un penultimo giro super, in cui è sembrato poter riaprire la sfida, ma non è riuscito poi ad insistere sugli stessi livelli nell’ultima tornata. I due grandi rivali di queste ultime stagioni di ciclocross si sono inseguiti nell’ultimo giro divisi da una decina di secondi, ma Van der Poel non ha commesso errori e non ha lasciato spazio al tentativo di rimonta di van Aert, che si è così dovuto accontentare della seconda piazza.

Terzo posto per Pidcock, poi un buon Iserbyt al rientro, Vanthourenhout e Aerts.

Il campione del mondo ha bagnato il suo 1° gennaio con il successo per il quarto anno consecutivo, sempre con questa gara di Baal, segnando la sesta vittoria in questa stagione.

Nella gara femminile il successo è andato all’olandese Ceyling del Carmen Alvarado davanti alle connazionali Lucinda Brand e Denise Betsema. L’azzurra Alice Maria Arzuffi ha concluso al 13° posto.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!