Dopo McLaren, Alpha Tauri e Alfa Romeo, questo martedì 23 febbraio Red Bull ha presentato online, tramite i suoi principali canali di comunicazione, la nuova monoposto per la stagione di Formula 1 2021, con cui Max Verstappen e il neo arrivato Sergio Perez, cercheranno di dare filo da torcere al sette volte campione del mondo Lewis Hamilton.

La nuova RB16B

RB16B, così il team di Milton Keynes ha deciso di chiamare la "nuova" monoposto che, come suggerito dal nome e dal congelamento dei regolamenti tecnici per la nuova stagione di Formula 1, è più un'evoluzione del progetto della monoposto dello scorso anno piuttosto che una vettura totalmente nuova; monoposto che ha permesso a Max Verstappen di conquistare due vittorie nel corso della stagione e di piazzarsi al terzo posto nel mondiale piloti alle spalle di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Dal punto di vista estetico è difficile notare grandi novità rispetto allo scorso anno; la livrea infatti è pressoché identica a quella delle ultime stagioni, mantenendo i tratti iconici che ormai la distinguono.

Il team, che per primo aveva introdotto l'utilizzo della vernice opaca sulle sue vetture, continua con questa scelta, che, oltre ad avere un effetto estetico, permette di risparmiare peso prezioso. Sparisce il logo Aston Martin, main sponsor del team fino allo scorso anno, presente sul musetto e sull'alettone, che quest'anno viene sostituito dal logo Honda.

Nella parte anteriore, in particolar modo all'interno della paratia presente sull'ala, compare lo sponsor Telcel, società di telecomunicazione messicana e sponsor personale di Sergio Perez.

Nuovo propulsore Honda

Nonostante i tanti punti in comune con la RB16 dello scorso anno, i due piloti potranno contare su un propulsore Honda totalmente rivisto.

La casa giapponese ha infatti anticipato gli aggiornamenti previsti inizialmente per il 2022, anno in cui i motori subiranno un congelamento, come previsto dal nuovo regolamento.

Il team, come affermato da Christian Horner, spera che il nuovo propulsore possa fornire maggiori prestazioni ma anche altrettanta affidabilità, in modo da facilitare la conquista del titolo, che manca in casa Red Bull dal lontano 2013.

Il nuovo motore ha permesso agli ingegneri e ai tecnici del team di snellire visibilmente la parte posteriore della vettura, in particolar modo la zona delle pance, permettendo così, inoltre, di aumentare la superficie del fondo, area in grado di influenzare drasticamente il carico aerodinamico della monoposto.

Subito in pista a Silverstone con Perez

Nella giornata di oggi, il team ha subito sfruttato i 100 km concessi dalla FIA per il filming day, facendo così scendere per la prima volta in pista la vettura sul circuito inglese di Silverstone. Al volante c'era Sergio Perez, che ha potuto quindi ottenere un primo feedback dalla monoposto e ha potuto prendere confidenza con il nuovo team in vista dell'inizio della stagione.

Per conoscere le prestazioni della nuova monoposto bisognerà attendere i test pre-stagione che andranno in scena in Bahrain, sul circuito di Sakhir, dal 12 al 14 marzo.

Segui la pagina Formula 1
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!