La nascita di una nuova squadra professional con base in Svizzera sarà una delle novità più interessanti della stagione 2023 di Ciclismo. A far crescere le attenzioni su questo progetto è anche il coinvolgimento di Vincenzo Nibali, che appena chiusa la carriera da corridore si è buttato in questa nuova avventura. Il campione messinese sta lavorando alla creazione della squadra nel ruolo di consulente tecnico. A guidare questo nuovo gruppo è un'altra vecchia conoscenza del ciclismo professionistico, il manager sudafricano Doug Ryder, già al timone della Qhubeka, squadra che ha chiuso i battenti al termine del 2021.

Ciclismo, la Q36.5 pedala su bici Scott

Il nome completo della squadra non è ancora noto, ma il main sponsor sarà l'azienda di abbigliamento sportivo Q36.5. Nei prossimi giorni sarà annunciato anche un secondo sponsor, ma intanto la squadra ha assunto il nome provvisorio di Q36.5 Cycling Team. Ryder e Nibali sono già a buon punto nella costruzione dell'organico, dello staff e delle partnership con sponsor tecnici e fornitori. Già concluso l'accordo con Scott, che sarà l'azienda fornitrice delle biciclette. Anche la rosa dei direttori sportivi è completata. A dirigere i corridori dall'ammiraglia ci saranno Gabriele Missaglia, Piotr Wadecki, Alex Sans Vega e Aart Vierhouten.

L'organico dei corridori conta al momento 14 ingaggi confermati.

Ryder e Nibali contano di chiudere la rosa con 23 uomini.

Già sette corridori italiani in organico

La squadra svizzera avrà un'anima molto italiana anche tra i corridori, oltre che nello staff. Ben sette degli ingaggi già ufficializzati riguardano infatti degli azzurri. I nomi di maggior spessore nel gruppo che si va componendo sono quelli di Gianluca Brambilla e Matteo Moschetti, entrambi ex compagni di squadra di Nibali alla Trek-Segafredo.

Molto promettente è l'arrivo di Alessandro Fedeli, che a 26 anni appare pronto a fare il definitivo salto di qualità. Il ciclomercato della Q36.5 ha guardato anche ai giovani. Ci saranno infatti Filippo Conca, che ha debuttato quest'anno alla Lotto Soudal e i neoprofessionisti Antonio Puppio, Niccolò Parisini e Walter Calzoni.

Tra gli stranieri spicca l'esperienza di Jack Bauer, uomo da fughe e classiche del nord, e di Damien Howson, storico gregario della BikeExchange. Per le classiche di primavera la Q36.5 punterà anche sul belga Tom Devriendt, grande sorpresa dell'ultima Parigi - Roubaix, conclusa al quarto posto. Ci saranno anche il britannico Mark Donovan, in arrivo dalla DSM, e il tedesco Jonas Rapp, che a 28 anni avrà la grande occasione di correre nel grande ciclismo dopo una lunga gavetta in team continental. Infine a completare questo gruppo di 14 corridori, sono gli svizzeri Matteo Badilatti e Filippo Colombo.