La semifinale di Coppa Davis tra l'Italia e la Serbia è anche e soprattutto la rivincita tra Jannik Sinner e Novak Djokovic, per la terza volta di fronte in meno di due settimane. I due numeri uno saranno nuovamente avversari oggi pomeriggio nella sfida che vale un posto per la finale. Sinner è riuscito a battere il serbo nel girone eliminatorio delle Nitto ATP Finals di Torino, ma il numero uno del mondo si è preso la rivincita sconfiggendo l'azzurro in finale.

Semifinale Coppa Davis Italia-Serbia: ancora di fronte Sinner e Djokovic

Il match Sinner-Djokovic che andrà in scena tra poche ore non sarà certamente uguale a quello vissuto a Torino.

La Coppa Davis è molto diversa dalle ATP Finals, con due singolari e un doppio che possono cambiare le carte in tavola. Il capitano Filippo Volandri, salvo sorprese dell'ultima ora, schiererà Lorenzo Musetti contro il numero due serbo Kecmanović. Per Matteo Arnaldi comunque non si tratta di una bocciatura dopo la partita persa contro l'olandese Botic van de Zandschulp. Musetti ha già battuto due volte il suo avversario odierno: il tennista carrarino non sta attraversando un grande momento di forma, ma capitan Volandri si aspetta una prova d'orgoglio contro l'attuale N. 55 al mondo.

A seguire il match clou della giornata, quello più atteso tra Sinner e Djokovic. Ci si aspetta un incontro spettacolare, anche perché il numero uno del mondo, dopo il primo match perso in carriera contro Sinner, ha preso atto degli errori commessi.

L'azzurro, dopo la finale di Torino, si è reso conto di dover alzare ulteriormente l'asticella del proprio gioco se vuole compiere un'altra impresa straordinaria.

Un confronto equilibrato quello che metterà di fronte Italia e Serbia, una sfida che potrebbe decidersi nell'incontro di doppio. Volandri dovrebbe confermare la coppia Sinner-Sonego, che ha confermato contro il doppio olandese di essere assolutamente competitiva.

L'Italia dovrà dare il massimo per cercare di arrivare all'ottava finale di Coppa Davis nella storia del Tennis azzurro. Sono passati ben 25 anni dall'ultima finale disputata. Era il 1998 quando l'Italia, capitanata da Paolo Bertolucci, sfidò la Svezia uscendo sconfitta per 4-1. Era comunque una Coppa Davis molto diversa rispetto a quella attuale, quindi non si possono fare paragoni.

In sette finali disputate l'Italia è riuscita a portare a casa l'insalatiera d'argento soltanto in un'occasione, contro il Cile, nel 1976. Era l'Italia dei "quattro moschettieri", Adriano Panatta, Paolo Bertolucci, Corrado Barazzutti e Tonino Zugarelli. Chissà se Sinner, Musetti, Sonego, Arnaldi e Bolelli riusciranno a ripetere l'impresa dopo ben 47 anni.