Il Bollo auto è la tassa automobilistica dovuta alla propria Regione di appartenenza che va pagata sul possesso del veicolo e non sulla circolazione. Quindi va pagata anche se il veicolo non viene utilizzato.

L'importo del bollo varia a seconda della potenza della vettura e alle sue emissioni nell'ambiente come da dati indicati sul libretto di circolazione. Nel sito delle Agenzie delle Entrate è possibile calcolare l'importo dovuto inserendo i kilowatt della vettura o la targa della stessa.

Il pagamento del bollo auto va effettuato entro il 31 gennaio, ovvero il mese successivo a quello della reale scadenza. E' possibile pagare presso:

  • i tabaccai convenzionati
  • gli uffici provinciali A.C.I
  • tutti gli uffici postali
  • nel telebollo, solo se in possesso di carta di credito
  • nelle agenzie auto autorizzate.

La cifra fissa delle commissioni è pari ad € 1,87.

Qualora si paghi in ritardo il bollo auto, come sempre più spesso accade in questo momento di crisi, è possibile regolarizzare prima del sollecito da parte dell'ente competente, come segue:

  • entro 14 giorni, con l'aggiunta dello 0,2% su ogni giorno di ritardo + il 2,5% degli interessi di mora
  • entro 30 giorni, con l'aggiunta del 3% più il 2,5% degli interessi di mora su base annua
  • entro un anno: con il 3,75% in più della tassa e il 2,5% degli interessi moratori
  • Oltre l'anno, va pagato il 30% in più sulla tassa dovuta

Qualora il pagamento non venga effettuato, la Regione emette un avviso bonario tramite l'Agenzia delle Entrate con interessi, maggiorazioni e sanzioni.