#Canone Rai: ecco come sfruttare la possibilità di pagamento rateale e le info sull'esonero per chi ha superato i 75 anni. Anche quest'anno il Canone Rai ha fatto capolino, e già l'utente assiste agli spot pubblicitari ricorrenti. Ma ci sono alcune novità. Intanto per i 60 anni di vita la Rai non alza l'importo, che rimane invariato alla somma di 113,50 da pagare alla Posta o presso le tabaccherie o ancora per via telefonica.

Ma la novità numero uno è che tale canone può anche essere pagato ratealmente.

La Rai prevede due forme di rateizzazione, una semestrale per un importo di 57,92 cadauna e una trimestrale per importi di 30,16 cadauno.

Forniamo le scadenze. Per quella semestrale sono le seguenti:

  • 1 SEMESTRE entro il 31-01-2014
  • 2 SEMESTRE entro il 31-07-2014

Mentre per quella trimestrale sono le successive:

  • 1 trimestre entro il 31-01-2014
  • 2 trimestre entro il 30-04-2014
  • 3 trimestre entro il 31-07-2014
  • 4 trimestre entro il 31-10-2014

Ovviamente i pagamenti rateali risultano un po' maggiorati , ma comunque rimangono forme di facilitazione per l'utenza.

Inoltre ricordiamo la possibilità di non pagare per coloro che hanno superato i 75 anni d'età, ma per questo esonero la condizione sine qua non è che il reddito dichiarato risulti essere per tredici mensilità pari a 6.713,98, ovvero pari a 516,46 euro mensili in presenza di un coniuge e in assenza di altri produttori di reddito.

I migliori video del giorno

Per il pagamento consigliamo Poste italiane con il prezzo di 1,55, altrimenti molte banche (vi è un lungo elenco) affrontando la spesa di un euro.