Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico contenute nella legge di stabilità 2014 (L. n. 147/2013) sono state dalla stessa prorogate per tutti quegli interventi finalizzati alla riqualificazione degli immobili. La misura dell'agevolazione è fissata nel 65% per tutte le spese sostenute tra i 6 giugno 2013 ed il 31 gennaio 2014; la detrazione invece scenderà al 50% per le spese sostenute nel 2015.

Per quanto riguarda invece le parti comuni degli edifici condominiali, la detrazione darà del 65% fino al 30/6/2015, e successivamente fino al 30/6/2016 sarà invece del 50%

In seguito, e precisamente dal 1/1/2016 per le abitazioni indipendenti (e dal 1/7/2016 per i condomini), la detrazione sarà prevista nella misura del 36%.

Quali sono dunque gli interventi detraibili dalle imposte Irpef ed Ires?

  • Innanzitutto, quelli di riqualificazione energetica che portano ad un risparmio di almeno il 20% del consumo di energia (è detraibile fino a 100 mila euro);
  • rientrano anche gli interventi di ristrutturazione di immobili, come pavimentazione, infissi, porte, ecc. purché abbiano i valori di trasmittenza termica definiti dal decreto ministeriale del 26/01/2010 (per un valore massimo di 60 mila euro);
  • l'applicazione di pannelli solari (sempre detrazione fino a 60 mila euro);
  • installazione di impianti di climatizzazione ambientale (detrazione fino a 30 mila euro).

I beneficiari: potranno beneficiare delle detrazioni irpef o ires i contribuenti che hanno un immobile che necessita di uno degli interventi sopradescritti: quindi, persone fisiche (anche professionisti) o persone giuridiche (titolari di imprese) per gli interventi sugli immobili nei quali viene esercitata l'attività commerciale o d'impresa.

I migliori video del giorno

#agenzia delle entrate #Detrazioni fiscali