Continua a far parlare di se la maxi tassa applicata alla #sigaretta elettronica dal Governo, e che non si sa se c'è o non c'è.

Notizie contrastanti continuano ad arrivare tramite i giornali, anche se adesso sembra che la questione sia in parte chiarita. Ma a che gioco giochiamo? Proviamo a capirci qualcosa.

Gli ultimi giorni di vita della tassa sulla sigaretta elettronica

Sono stati giorni movimentati per la nuova super tassa del 58,5% applicata alla sigaretta elettronica. Definita un abuso da parte dello Stato, era entrata in vigore a partire dallo scorso primo gennaio 2014.

Qualche giorno fa, il 21 gennaio, il Tar del Lazio aveva imposto un blocco provvisorio all'obbligo di registrazione presso i Monopoli.

Molti avevano pensato che il blocco includesse la tassa, ma la tassa non era stata bloccata affatto.

Quindi la tassa era ancora in vigore. E invece no!

L'emendamento della Lega Nord

La Lega Nord ha introdotto un emendamento al decreto Milleproroghe che fa slittare l'applicazione della tassa sulla sigaretta elettronica al mese di giugno 2014.

Ciò significa che per altri sei mesi il settore potrà "respirare" e, nel frattempo, chissà cosa accadrà.

Eh sì, perché ormai abbiamo capito che lo Stato è molto confuso sulla questione e non sa nemmeno lui cosa deve fare.

Tra divieti messi e poi tolti, tasse imposte e poi rimandate, l'unica cosa chiara è che sull'argomento sono tutti confusi! Nel frattempo il Fisco dovrà attendere prima di mettere le mani anche su questo settore.

I migliori video del giorno