La nuova tassa Tasi non sarà pagata da chi non paga già l'imu. Questa l'ultima novità in tema di tassa sui servizi indivisibili comunali, almeno nelle indicazioni del Governo (riportate tra gli altri da InvestireOggi) visto che saranno i comuni a dover decidere autonomamente.

Tasi, IUC, Tari e IMU: la nuova tassazione sulla casa 2014

Dal 1 gennaio 2014 è entrata in vigore la Iuc, la nuova tassa sulla casa che in un colpo solo ha cancellato l'IMU. La IUC, abbiamo già detto più volte anche in questa stessa sede, si compone di 3 elementi, ossia l'IMU, la Tari (tassa sui rifiuti) e la Tasi (tassa servizi comunali).

Tasi: pagamento, aliquote, detrazioni 2014

Proprio sulla Tasi ci sono state recentemente polemiche, calmate dopo l'incontro tra i tecnici del Ministero dell'economia e delle finanze, guidato da Fabrizio Saccomanni, e l'Anci, l'Associazione nazionale dei comuni italiani, guidati dal sindaco di Torino, Piero Fassino. Dall'accordo è emerso che sono i comuni a decidere aumenti anche fino allo 0,8 per mille delle aliquote della Tasi e che il maggior gettito derivante proprio da questi aumenti venga usato per finanziare le detrazioni Tasi, così come fino a poco tempo fa era previsto per l'IMU e le detrazioni previste per legge sulla prima casa (200 euro) e fino a 50 euro per ogni figlio convivente fino a 26 anni.

Esenzione pagamento Tasi per chi non paga l'IMU

Tra queste detrazioni Tasi che sono i Comuni a dover deliberare negli appositi regolamenti comunali sulla tassa, si dovrà necessariamente tenere in considerazione un aspetto concernente il pagamento IMU.

I migliori video del giorno

Il Governo dice chiaramente ai Comuni di non far pagare la Tasi a chi oggi non ha pagato l'IMU. Sarebbe illogico.