Le scadenze di pagamento per #imu e #Tasi 2014 prima e seconda casa sono imminenti. Visti i dubbi di molti proprietari ecco allora qualche info utile sulle operazioni di calcolo. Nello specifico faremo riferimento alle scadenze, alle aliquote, al modello F24 e alla possibilità di effettuare il conteggio online.

Come è ormai noto per l'Imu 2014 riguardante le seconde case, le prime case di lusso, i capannoni e gli immobili a uso industriale é tutto deciso: non vi sarà nessuna proroga, il pagamento dovrà essere effettuato il 16 giugno. Mentre per quanto concerne il pagamento della Tasi 2014 prima e seconda casa tutto dipenderà dai Comuni: per chi ha deliberato l'aliquota entro il 23 maggio il pagamento avverrà entro il 16 giugno, mentre per gli altri il pagamento slitterà a settembre o ad ottobre.

Vista la confusione e l'imminente scadenza ecco il punto della situazione ad oggi su Imu e Tasi 2014 prima e seconda casa per quanto concerne il conteggio online, le scadenze, le aliquote e le modalità di pagamento attraverso il modello F24.

Calcolo Imu 2014: conteggio online, scadenze, aliquote ed F24

Per quanto concerne il pagamento dell'Imu nessuna problematica particolare: le aliquote non sono variate dallo scorso anno e sono pari a 10,6 per mille per le seconde case, 8,5 per mille su immobili affittati con contratto di locazione a canone concordato 5,8 per mille sulla abitazioni di lusso.

Per quanto concerne il calcolo dell' Imu si deve partire dalla rendita catastale dell'immobile, rivalutarla del 5% e poi moltiplicare per un coefficiente fisso, variabile a seconda del tipo di immobile di cui si è proprietari.

I migliori video del giorno

È possibile comunque nel caso di dubbi affidarsi ai Caf, ai commercialisti e ai calcolatori online. Una volta chiarito a quanto ammonta l'imposta da pagare, il pagamento potrà essere effettuato attraverso il modello F24, che il contribuente può compilare anche online.

Tasi 2014 prima e seconda casa: conteggio online, aliquote, scadenze e modalità pagamento

Se per l'Imu pare tutto chiaro, i dubbi che attanagliano i contribuenti riguardano il pagamento della Tasi 2014 prima e seconda casa. Le domande più frequenti sono: quando si deve pagare, quanto, come?

Iniziamo col dire che la scadenza del 16 giungo resta valida solo per alcuni comuni, quelli che hanno deliberato le aliquote entro il 23 maggio come ad esempio il comune di Torino. Ecco qui una mappa dei comuni in cui i proprietari di casa sono chiamati a pagare.

Attualmente le aliquote Tasi 2014 prima e seconda casa sono rispettivamente 2,5 per mille e 10,6 per mille, ma ai Comuni resta libera facoltà di aumentare di uno 0,8 per mille massimo.

Ad esempio Torino ha deciso per l'aliquota massima al 3,3 per mille, con buona pace dei proprietari.

Il calcolo tasi 2014 è affine all'Imu: si parte dalla rendita catastale dell'immobile di cui si è proprietari rivalutata del 5 per mille, poi si moltiplica per un coefficiente fisso (che per le abitazioni é 160), poi si applicano le aliquote dei rispettivi comuni in cui è locata l'abitazione e infine si scomputano le detrazioni.

Per essere certi di non commettere errori è possibile affidarsi a dei calcolatori online che vi permetteranno di farvi un'idea dell'importo che sarete tenuti a pagare. Altro dubbio è se si pagherà più o meno dell'Imu. Dipenderà dal comune in cui risiedete. Il pagamento della Tasi prima e seconda casa si può effettuare anche effettuare con il modello F24 oppure con il bollettino postale.