È un vero e proprio groviglio di moltiplicatori, aliquote e delibere comunali quelle a cui vanno incontro i contribuenti italiani chiamati a pagare le imposte sulla casa, tanto che in molti hanno sollevato a gran voce il tema della semplificazione.

Le esigenze dei cittadini di avere idee chiare e scadenze certe si scontrano con le necessità dei Comuni italiani, che da un lato devono far quadrare i conti con il patto di stabilità e dall’altro lato in molti casi non hanno potuto effettuare le delibere a causa della recente tornata elettorale.

Che cos’è la IUC e come funziona

Per fare il punto della situazione dobbiamo partire dalla Iuc 2014 (imposta unica comunale); la recente imposta prevede che a carico dei proprietari di casi spetti un’imposta patrimoniale (imu 2014), una tassa sui servizi indivisibili (Tasi 2014) e un’imposta sui rifiuti (Tari 2014).

Riguardo l’Imu, risulta abolita per le abitazioni principali mentre resterà a carico di tutti i proprietari di seconde case assieme agli altri tributi dovuti. Il calcolo dell’Imu richiede di prendere la rendita catastale dell’immobile e di aumentarla del 5%, moltiplicandola poi per 160. A questo punto si possiede la base imponibile e si può procedere ad applicare le aliquote decise dal Comune.

La Tasi 2014 si calcola anch’essa prendendo come base le rendite catastali ricalcolate e applicando le aliquote comunali. Cambiano i soggetti destinatari: oltre a risultare a carico dei proprietari saranno tenuti a pagare anche in inquilini, seppure e in piccola misura (dal 10% al 30% dell’importo, secondo quanto stabilito dal Comune di residenza).

Scadenzario dei pagamenti 2014

Le due scadenze principali da tenere in considerazione per il pagamento dell’IMU 2014 sono il 16 giugno e il 16 dicembre.

I migliori video del giorno

Ma attenzione; per la Tasi le cose potrebbero essere diverse. Se il Comune di residenza ha già deliberato le aliquote, la prima scadenza di giugno resta confermata, altrimenti si slitterà a settembre. Il saldo potrebbe invece ricadere al 16 ottobre.