La scadenza del 16 giugno per tutti i comuni che hanno deliberato le aliquote Tasi 2014 entro il 23 maggio è sempre più vicina, ecco allora le info necessarie su aliquote e detrazioni per Torino, Bologna, Milano e Roma al fine di poter effettuare il pagamento della tassa.

Aliquote Tasi 2014 a Bologna e Torino, detrazioni, scadenza e come pagare

L'aliquota Tasi 2014 nel Comune di Bologna è stata fissata al massimo consentito dalla legge ossia al 3,3 per mille, le detrazioni si basano su un sistema a scaglioni che varia a seconda della rendita catastale, più bassa è la rendita meno si pagherà, esclusi dal pagamento della Tasi coloro che hanno una rendita catastale fino a 327,39 euro.

Al crescere del valore catastale la detrazione si ridurrà fino a divenire zero per immobili con valore superiore a 1696,43 euro. Sono previste inoltre riduzioni per le famiglie numerose in condizioni disagiate.

L'aliquota Tasi 2014 a Torino è pari al 3,3 per mille, anche qui dunque valore massimo consentito, le detrazioni sono però pari a 110 euro per le rendite catastali fino a 700 euro e di 30 euro per ogni figlio con età inferiore ai 26 anni  residente in famiglia.

Dal momento che le aliquote Tasi a Torino e a Bologna sono state deliberate per tempo, ossia entro il 23 maggio, in entrambi i comuni i contribuenti saranno chiamati a pagare l'acconto entro il 16 giugno e il saldo al 16 dicembre.

Il pagamento si può effettuare attraverso modello F24 oppure con il bollettino postale.

I migliori video del giorno

Aliquote Tasi 2014 a Milano e Roma, detrazioni, scadenze tassa

Nel comune di Milano l'aliquota Tasi 2014 è stata decisa al 2,5 per mille ma non deliberata per tempo. Il pagamento verrà dunque rinviato al 16 ottobre, come stabilito dal Dl Irpef. Le detrazioni nel capoluogo lombardo sono in parte calcolate sulla rendita catastale, fino a 770 euro, ed in parte dipendono dal reddito Irpef, fino ai 21 mila euro. La Tasi 2014 a Milano, stando allo studio effettuato dalla Uil, potrebbe costare più dell'Imu (mediamente 430 euro rispetto ai 396).

L'aliquota Tasi 2014 a Roma è stata decisa dall'amministrazione comunale capitolina ma non ufficialmente deliberata quindi il pagamento della prima rata slitterà al 16 ottobre, così come per tutti i comuni che non hanno deliberato le aliquote entro il 23 maggio. L'aliquota è stata fissata come a Milano al 2,5 per mille per la prima casa, per le seconde casa l'aliquota è stata fissata all'11,4 per mille. Al momento non sono ancora note le detrazioni che verranno applicate, ma la giunta ha assicurato sgravi fiscali per i proprietari in condizioni più disagiate.

Per i comuni di Milano e Roma, considerati ritardatari il Dl Irpef ha approvato la proroga al 16 ottobre, questa diviene dunque la nuova scadenza per il pagamento del primo acconto Tasi 2014.